Matrimoni all'americana sulle spiagge di Mondragone

di Nicoletta Zampano

 

Avete mai sognato di sposarvi all’aperto nel verde lussureggiante del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco? Vi immaginate il corteo nuziale che, tra foglie e sassi, va incontro al Sindaco ufficiante?

In linea generale in Italia sembra difficile trovare consensi alla possibilità concreta di un matrimonio all’americana in location da favola, eppure nella nostra regione sono a passo con i tempi che cambiano.

In un periodo di forte crisi economico-finanziaria che ha messo spalle al muro comuni e regioni italiane, arriva la nuova scommessa del Sindaco di Mondragone Giovanni Schiappa che ha deciso di aprire il locale arenile agli sposi con un regolamento comunale ad hoc per la celebrazione dei matrimoni civili.

Per il sindaco Giovanni Schiappa un’opportunità unica nel suo genere “Abbiamo deciso di utilizzare la bellezza del lido di Mondragone con un provvedimento che apre le porte della nostra città agli sposi che, da tutta Italia, vogliono celebrare le proprie nozze direttamente sulla spiaggia accanto al mare. Miriamo ad offrire una singolare opportunità che tende a valorizzare ulteriormente la bellezza del nostro arenile, arricchito dalla riqualificazione del lungomare che a breve sarà interamente completata. Le varie opportunità che abbiamo regolamentato potranno oltretutto garantire dei notevoli benefici economici per le casse del nostro Comune

La  normativa prevede un tariffario differenziato in base alla location scelta dagli sposi, con un supplemento per gli sposi non residenti e per quelli che richiederanno la presenza del Sindaco (pari al 20% della tariffa). In particolare un matrimonio sulla spiaggia per i residenti costerà 100 euro, 200 per i non residenti, e il prezzo aumenterà nei giorni festivi (rispettivamente 300 e 500 euro).

Sicuramente una vetrina singolare per la città campana che pubblicizza i matrimoni all’aperto. Che l’Italia si stia lentamente americanizzando? Staremo a vedere i risvolti di questa originale iniziativa.

 

Condividi su Facebook