Da Napoli arriva un nuovo film targato Made in Sud

di Nicoletta Zampano

La nostra ridente città ha dato i natali a illustri principi della risata tra cui spicca senz’altro l’attore versatile Antonio De Curtis in arte Totò, il cui ricordo resta vivo nel cuore dei napoletani.

Leggendaria resta la commedia anni ‘50 “ Totò, Peppino e…la malafemmina” con l’irresistibile spalla Peppino De Filippo. La storia dei fratelli campagnoli Caponi che difendono l’onorabilità dell’adorato nipote Gianni è ormai diventato un cult della commedia all’italiana. Il centro partenopeo cosi fa memoria di numerosi artisti a carattere nazionale nel cinema, nella musica, nel cabaret e a teatro.

Nel settore cinematografico e teatrale, oggi, nuove star nostrane stanno illuminando la scena italiana. Dopo il successo del comico e regista Alessandro Siani, ora siamo alle prese con la prima cinematografica della sua storica spalla comica, il napoletano Francesco Albanese. Stessa età, stesse attitudini e tanto talento da vendere. La sua carriera parte nella metà degli anni '90 con Alessandro Siani nel laboratorio "Tunnel Cabaret" di Nando Mormone. Con Alessandro fa coppia anche a Telegaribaldi, trasmissione comica napoletana di successo.  Stessa fortuna a due anche in teatro.  Insieme con Alessandro  si avvicina anche al cinema nel 2006 con “Ti lascio perché ti amo troppo” prodotto da Mauro Berardi. L'anno successivo,  diventa co-autore con Siani del film “La Seconda volta non si scorda mai” e, nel frattempo, in teatro vanno in scena gli spettacoli Tienimi Presente e Per tutti.  Cinematograficamente ritroviamo i due inseparabili attori anche nei fortunati Benvenuti al Sud e Il principe abusivo.

Francesco è  attualmente tra i protagonisti del programma comico napoletano Made in Sud in cui si delinea il suo carattere di fine cabarettistica e la sua simpatia. Al suo fianco tanti comici di primo livello appartenenti alla grande famiglia televisiva come Alessandro Bolide, Salvatore Misticone,  Paolo Caiazzo e Mariano Bruno con i quali firma anche il suo primo film da attore e regista “Ci devo pensare” in uscita dal prossimo 9 aprile nelle sale italiane di Campania, Lazio e Molise. Una scommessa accolta e prodotta da Run Film e Rai Cinema.

La storia semplice e accattivante  ci ricorda la capacità di adattamento del comune napoletano in balia delle classiche problematiche dei giovani precari moderni. Francesco si ritaglia il ruolo di attore protagonista, scegliendosi un buon cast di attori brillanti tra cui Ciro Priello la “webstar” dei The Jackal che sta riscuotendo larghi consensi sul web.

Una commedia romantica e leggera, ambientata a Napoli che parte da una rottura sentimentale, ma porta anche su altri binari. Davide trentenne, precario in un mobilificio deve cambiare la sua vita quando viene lasciato dalla fidanzata. La sua soluzione originale gli permetterà di trovare un nuovo amore e di gestire insieme agli amici un business improponibile e divertente con finale a sorpresa. Tra sketch allegri e trovate simpatiche il film sembra risultare godibile e, in generale, si prospetta già un buon riscontro per le prossime settimane.

Staremo a vedere se Francesco riuscirà a conquistare il grande pubblico alla pari di Alessandro. Ma siamo convinti che il duo anche se cinematograficamente separato sia imbattibile.

Il futuro potrebbe riportarci la coppia di sempre nuovamente in televisione o al cinema. Per ora gustiamoci la bravura esilarante di Francesco Albanese.

 

Condividi su Facebook