L'Aeroporto di Salerno apre nuovi scali estero

di Nicoletta Zampano

"Viaggiare si combina con camminare come città si unisce a mondo, muoversi insieme fa la differenza"

Da tempo si attende un rilancio in grande stile dell'aeroporto di Salerno ed ora arriva la notizia della prossima apertura di nuovi scali per il periodo estivo verso mete turistiche gettonate.

Cosi l'aeroporto Costa d’Amalfi-Cilento  riprenderà da giugno 2016 i voli per l'isola di Corfù in Grecia, ma allo stesso tempo si potrà volare anche verso destinazioni giovani come Malta ed Ibiza, mentre sembra profilarsi anche lo scalo estivo per Milano Malpensa con frequenza bisettimanale.  La compagnia di bandiera di tutti i voli dovrebbe essere fino a prova contraria l'inglese Jota Aviation con la collaborazione tecnica della Aeroservizi Air Charter Broker.  Al momento sono in fase di progettazione anche alcune tratte estere verso il “Salerno Costa d’Amalfi” per promuovere il territorio salernitanoSi tratta senza dubbio di un grosso impegno, perché si volerà da e per Salerno verso mete turistiche importanti come Corfù, Malta ed Ibiza ma la nostra attenzione sarà diretta anche verso la tratta per Milano Malpensa. Dalla risposta dei viaggiatori dipenderà anche la possibilità di incrementare i voli per lo scalo lombardo e di renderli così più frequenti" Un impegno confermato che permette di riqualificare un area turistica di primo piano per la Regione. Un richiamo al turismo internazionale, ma anche un tassello di importante crescita dei servizi ai cittadini.

Per una volta si parla in Campania anche di trasporto aereo e non solo ferroviario o marittimo. Si riducono le distanze e si accorciano le differenze. Il Presidente della Regione De Luca sottolinea il nuovo piano regolatore per i trasporti pubblici campani tra nuovi treni e bus e gli sviluppi delle funicolari del Vesuvio, di Monte Faito e Montevergine, senza contare i trasporti da mare e cielo  "La Campania è l'unica regione italiana ad avere un solo aeroporto, Capodichino che non può andare oltre i 6 milioni di viaggiatori per ovvie ragioni di sicurezza. Dunque necessitiamo di un secondo o anche di un terzo aeroporto" Se viaggiare significa cambiamento, sicuramente la Regione potrà solo crescere e migliorare.

                                

Condividi su Facebook