ECCELLENZE  E SOLIDARIETA’

LA STORICA PIZZERIA DI NAPOLI TRIANON DA CIRO

SOSTIENE LA MENSA DEL CARMINE 

NEL CUORE DELLA CITTA'


LA  PIZZERIA NAPOLETANA DAL PROSSIMO 4 APRILE FORNIRA’ CIRCA 300 PIZZE  ALLA MENSA DEI POVERI NELLE ADIACENZE DI PIAZZA MERCATO IL PRIMO LUNEDI DI OGNI MESE.

Napoli, 30 marzo 2016 – Dal 4 aprile prossimo gli ospiti  della Mensa del Carmine di Napoli avranno  un benefattore in piu’: la Pizzeria Trianon da Ciro. Lo storico locale che da quasi un secolo  ha la sua sede a Via Pietro Colletta, nel cuore della città, il primo lunedì di ogni mese fornirà circa 300 pizze ai più  bisognosi.

L’iniziativa, nata anche grazie all’interessamento di Giuseppe Brandolino, Presidente dell’Associazione Piazza del Carmine, è così spiegata dai titolari del Trianon, Angelo Greco e Giuseppe Furfaro: “Anche noi, come tante persone, ci troviamo spesso a donare qualcosa a chi non ha nulla. Ma in questo momento storico abbiamo visto progressivamente impoverirsi tantissime persone: padri separati, impiegati che perdono il lavoro. Per cui abbiamo pensato di renderci utili in modo piu’ “organizzato”, dando una mano a chi quotidianamente si prende cura di chi ha bisogno. E certamente chi gestisce la mensa è molto piu’ bravo di noi anche nell’ intercettare  persone che viceversa, noi non raggiungeremmo. “

Ma  la funzione  “sociale” e aggregativa del  Trianon, universalmente riconosciuta,  è dovuta soprattutto alla bontà delle sue pizze, famose in tutto il mondo. Sin dal 1923, anno in cui la pizzeria è stata creata da Ciro e Giorgina Leone, il locale ha allevato in modo “sano”  intere generazioni di giovani che si ritrovavano il sabato sera davanti alla famosissima “ruota di carretto”.  Oggi è cambiata solo la consuetudine. A capo del Trianon infatti ci sono le nipoti di Ciro e Giorgina: Daniela, Donatella, Giorgia  e  Marilis a con Angelo e Giuseppe; si esce tutti i giorni, e piu’ di ieri ai tavoli del Trianon si ritrovano “commensali” provenienti da ogni parte del mondo. Infatti, il locale ogni giorno  accoglie  comitive di turisti stranieri spesso ancora con le valigie perchè provenienti dall’aeroporto o dalla stazione. Seduti ai tavoli del Trianon, iniziano qui la loro vacanza, nella pizzeria famosa in tutto il mondo dove finalmente possono gustare  la vera pizza napoletana.  

Fondata a Napoli nel 1923 dai coniugi Ciro e Giorgina Leone, la pizzeria Trianon da Ciro oggi è una S.a.S. composta dalle figlie di Pasquale Leone, erede diretto di Ciro con il Fratello Giuseppe, e dai due Amministratori. Questa la compagine societaria: 

 -Daniela Leone, socia

-Donatella Leone, socia

-Giorgina Leone, socia

-Marilisa Leone, socia

-Angelo Greco -  socio e Amministratore sede di Napoli

-Giuseppe Furfaro -  socio e Amministratore sede di Salerno 

La pizzeria Trianon da Ciro prende il nome dal teatro,  in cui si  anni fa si esibivano i migliori artisti napoletani e italiani. In questa pizzeria venivano, attratti dall'aroma che giungeva fino al teatro, personaggi come Totò, Macario e Nino Taranto, per gustare la famosa pizza detta "a ruota di carretto" per le enormi dimensioni. Non a caso è considerata la pizzeria degli artisti. Il locale si sviluppa su tre piani, ognuno con il proprio forno, per venire incontro alla numerosa clientela costituita in buona parte da turisti, perché non c’è guida che non segnali il Trianon come tappa obbligata per degustare la vera pizza napoletana. Importanti riviste gastronomiche americane e giapponesi hanno definito questa pizza "the best in the world".

La pizzeria Trianon, oggi guidata da Angelo Greco e Giuseppe Furfaro, nasce in un periodo storico complicato, a cavallo tra le due guerre mondiali; e proprio qui, per sfamare il popolo, viene creata la pizza “a ruota di carretta”, un disco di pasta largo circa 35 centimetri che riusciva a soddisfare l’appetito di un’intera giornata. 

Da novant’anni la gestione non è mai cambiata, gli eredi di Ciro e Giorgina Leone sono i testimoni di una lunga tradizione di pizzaioli dal 1923, e unici depositari delle tecniche d’impasto che si tramandano da tre generazioni. Anche i pizzaioli, infatti, che lavorano l’impasto preparato quotidianamente dai titolari; non  ne conoscono  le modalità di preparazione. La pizza napoletana verace è un alimento genuino e sano, prodotto con le migliori farine e lievitato naturalmente. Se molte pizzerie a Napoli rappresentano una vera e propria istituzione,  il Trianon da Ciro è proprio una di queste.

La pizzeria si snoda su quattro livelli – incluso il piano terra dove ancora si può mangiare sui tavoli di marmo di 70 anni fa;  tre forni in attività all’occorrenza, piastrellati e ciascuno con l’immagine di Sant’Antonio, patrono dei pizzaioli, apposta sulla bocca del forno.

In carta campeggiano le pizze della tradizione: la margherita, la salsiccia e friarielli, il ripieno al forno. Tutti gli ingredienti, sempre freschi, sono a marchio Dop eprovenienti dal territorio, fatta eccezione per i salumi. L’impasto ha una lunga lievitazione, di circa dodici ore, il cornicione non molto alto, perché la pizza dal grande diametro viene stesa molto sottile. Tutto questo per garantire un livello di alta qualità della pizza.

Oltre alla pizza Margherita e Marinara classiche, nella sede storica, ci sono molte varianti della Margherita: con fiordilatte,  con mozzarella di bufala campana dop, con filetto di pomodoro, con uovo, con funghi, alla romana, con prosciutto e funghi, con panna, con salsiccia, con salsiccia e funghi . E poi la Gran Trianon che sfoggia, appunto, ben otto gusti e che non è mai la stessa, visto che gli ingredienti li mette insieme il pizzaiolo a seconda di quello che si trova. Questa pizza infatti fu inventata da Pasquale e Giuseppe Leone, che decisero un giorno di condire la pizza con tutti gli ingredienti presenti sul banco.

La sede di Via Pietro Colletta a Napoli non è la sola dove gustare la pizza del Trianon. La  seconda sede ufficiale della pizzeria si trova a Salerno, con 200 posti a sedere in piazza Flavio Gioia, dove caratteristico è il ripieno con le scarole. Recentemente inoltre, i titolari hanno rilevato la Pizzeria Lombardi a Santa Chiara, in pieno centro storico, vicino alla famosissima chiesa.Anche i prezzi restano invariati, con quattro euro si pranza piacevolmente con una margherita Dop. Nelle sedi Trianon non esistono giorni di chiusura, le pizzerie sono sempre sempre aperte, a pranzo e a cena.


 

 

Condividi su Facebook