ALLA MEDIATECA SANTA SOFIA di NAPOLI
CINEMA AL QUADRATO – IL CINEMA CHE SI RACCONTA
TERZA EDIZIONE

di Antonio Tedesco

Giunge alla 3^ edizione CINEMA AL QUADRATO – IL CINEMA CHE SI RACCONTA, la rassegna curata da Francesco Napolitano e da Armando Andria presso la Mediateca Santa Sofia di Napoli.

Il cinema che racconta sé stesso è un cinema che si svela, (ri)velandosi oltre e al di là della superficie delle immagini e delle storie narrate. Intento dei curatori, infatti, è quello di creare un percorso trasversale per certi versi “oltre lo schermo”, e attraverso il quale l’esperienza del cinema acquisti ulteriormente senso e spessore, come snodo fondamentale dell’intera esperienza umana.

E’ il cinema che si intreccia alla vita, che trova il senso profondo nel suo “farsi”, prima ancora che nelle storie, nelle immagini e nelle emozioni che produce. Congiungendo, in maniera indelebile, quella fase preliminare, intima e soggettiva di chi lo realizza, al prodotto finito. Un doppio cinema, o forse un doppio del cinema che ne moltiplica il valore e   salva la “settima arte” dall’equivoco (letale) dell’intrattenimento occasionale.

Così, Francesco Napolitano e Armando Andria, sulla scorta dei buoni esiti ottenuti nelle edizioni precedenti, allargano il discorso intrecciando più percorsi e inserendo, tra i tradizionali appuntamenti del giovedì, un nuovo incontro quindicinale il martedì, concepito come un approfondimento monografico. Che in questa edizione sarà interamente dedicato a due outsider del cinema italiano, quali Daniele Ciprì e Franco Maresco. Come è noto, si tratta di una coppia di registi artefici di un cinema fuori dagli standard e fuori dagli schemi, cantori di un’estetica politicamente e programmaticamente scorretta. Poeti di una marginalità disturbante che si presenta non solo come l’altra faccia del cinema, ma anche come nucleo profondo e rimosso di una concreta esperienza umana e sociale. Uno stimolante contrappunto, quindi, ricco di motivi di riflessione, alla programmazione “ordinaria” settimanale della Rassegna, articolata, come sempre in una serie di proposte insolite e originali, secondo due ben distinti filoni. Il primo, La lingua degli affetti, che segue il discorso iniziato lo scorso anno, quasi un “viaggio sentimentale” nella memoria dello spettatore appassionato e nostalgico, che passa attraverso Buster Keaton, Godard e Truffaut, fino al grande Manuel De Olivera, decano del cinema mondiale. Un percorso che si snoda attraverso filmati, documentari, interviste, a loro volta curati da  altrettanto grandi storici e critici del cinema internazionale.

Il secondo itinerario seguito nella rassegna è dedicato, invece, al cinema italiano, e si intitola C’era una volta in Italia. Un titolo che non a caso evoca il classico inizio delle favole, quasi a manifestare il proposito di ritrovare quei valori positivi e forti su cui il nostro cinema, pur con tutti i suoi alti e bassi, può vantare una sua solida e inequivocabile identità. In questo ambito della rassegna saranno presentati documentari dedicati a figure cardine del nostro cinema, come Elio Petri e Pietro Germi. Ma ci saranno anche escursioni nei generi che di quello stesso cinema hanno fatto la storia, come la Commedia classica, rivisitata attraverso il documentario che Carlo e Luca Verdone hanno dedicato ad Alberto Sordi, o il “western spaghetti” , ripercorso attraverso l’appassionato film che vi dedica Gianfranco Pannone. Passando per uno speciale su Bernardo Bertolucci ripreso sul set di Novecento da Gianni Amelio, per finire, poi, con un altro grande simbolo del cinema italiano, Marcello Mastroianni, del quale viene presentato un ritratto filmato a cura di Mario Canale e Amorosa Morri. 

Il tutto per un totale di sedici appuntamenti, attraverso i quali ampliare e arricchire la nostra idea di cinema.

Tutte le proiezioni avverranno presso la sede della Mediateca di Santa Sofia alle ore 18,30, il giovedì, a partire dal 24 ottobre e fino al 9 gennaio 2014, più i detti appuntamenti a scansione quindicinale del martedì. Ingresso libero e ulteriori informazioni sul sito della Mediateca.

 

Novembre 2013

 


Condividi su Facebook