“Al Blu di Prussia”

 Maria Ràcana Terracciano

 “L’aria delle donne

 

 

 

 

Maria Ràcana, “Donne che guardano la Terra dallo spazio”, tecnica mista su tela, 2010

 

 Maria Ràcana Terracciano espone al “Blu di Prussia” la sua mostra “L’aria delle donne” costituita da ventitre opere, molte di grandi dimensioni, a cura di Mimma Sardella, Mario Pellegrino e Antonella Delli Paoli.

Le sue opere delicate, figure di donne, dalla prima che si incontra entrando,  Donna che guarda le donne”, un olio su tela di cm.72x100, del 1954, introducono in un universo luminoso costituito da paesaggi architettonici, mondi abitati solo da donne eteree, eleganti, sognate, senza età,  irreali nel mondo d’oggi, presenti nello spirito del dolce stil novo: potrebbero chamarsi Beatrice, Matelda …; il loro mondo è organizzato con ordine  geometrico, le linee tratte con sicurezza delicata, nei colori, acrilici stesi su tela prevale l’azzurro, mentre i grigi definiscono antiche architetture di castelli e  i rosa aurorali definiscono spazi lontani in cui galleggiano mondi e figure femminili.

 

 

 

Maria Racana, “La ruota del Tempo”, tecnica mista su tela,100x100, 2012

 

L’animo di Maria Ràcana si rispecchia in queste tele, le rende vive, le soccorre delicatamente, intensificando le immagini. Ma non è solo sogno il suo mondo: l’artista vive nella storia e la evoca, ci racconta il passato che ha costruito il presente, un presente in cui  è viva la meccanica, la contemporaneità misurata, colta. Una lunga attività, uno stile sempre fedele a se stesso, costruito con lucida volontà,  seguendo disciplinatamente da giovanissima i maestri che le hanno insegnato a scoprire le sue tendenze, la sua maniera, a cominciare dall’Accademia e poi dal maestro privato Carmine di Ruggiero fino a Giovanni Brancaccio.

Molte sono state le mostre personali e le collettive, fin dagli anni settanta. Tra le ultime personali ricordo “Donnemaria” al Castel dell’Ovo nel novembre 2010 e “Spazio in Arte” a Praga, nella Cappella dell’Istituto Italiano di Cultura nell’ottobre 2011, entrambe a cura di Maria Sardella.

Le ultime collettive si sono svolte a Ercolano, Villa Signorini, “Solo donne tranne quattro” nel 2008 ed una “Mostra Internazionale” organizzata a Ginevra nel Palazzo delle Nazioni Unite, nel novembre 2009.

 

 

 

 

Maria Ràcana “Lo sguardo delle donne”, tecnica mista su tela, 2012

 

La mostra  di oggi, che si svolge negli eleganti e storici spazi di “Al Blu di Prussia “ ci offre l’occasione di conoscere a fondo un pittrice amica, napoletana, che non ci sorprende conoscendone la gentile riservatezza e l’animo che ha potuto realizzare opere così attraenti e delicate.

 

Maria Carla Tartarone, giugno 2012

 

  

 

 

Condividi