Al Blu di Prussia

si è conclusa la  stagione ”2011-2012”

Interessanti come sempre gli ultimi avvenimenti

 

 

 

 

 

 “Al Blu di Prussia”, la bella sede offerta alla città dal mecenate Giuseppe Mannaiuolo, ha visto nel mese  di giugno un susseguirsi di avvenimenti interessanti: inaugurata la poetica mostra della pittrice Maria Ràcana Terracciano, si è appena festeggiato il Premio Enzo Cannavale”, venerdì  15 giugno, un premio importante per i cinque giovani, al di sotto dei trent’anni, che vi hanno partecipato con cinque cortometraggi tutti premiati: Lucio Cremonese autore di “il segreto del tressette”, Nicolangelo Gelormini autore di “Reset”, Antonio Manco autore di “Il sogno di Gennaro”,  Giovanni Meola autore de “Il sospetto”, Francesco Prisco  autore di “Fuori uso”.

Tra i premi, instituiti dal  Club Rotary Castelnuovo,  il primo è andato al giovane regista Giovanni Meola autore de “Il sospetto”, protagonista Massimo Dapporto, consegnato proprio da Beppe Mannaiuolo acuto intenditore di cinema, attore, conoscitore delle opere dei nostri registi più noti che celebra in cicli accuratamente selezionati. Il pomeriggio si è aperto col premio al giovane regista;  la proiezione dei cinque cortometraggi già visti in Castelnuovo seguirà nuovamente al cinema Filangieri nei prossimi giorni. E’ proseguito fino a sera il ricordo di Enzo Cannavale in un docufilm biografico cui sono seguiti i ricordi personali in un vivace e divertente dibattito tra amici e parenti iniziato e sostenuto dal nostro sagace e noto attore Giacomo Rizzo che invitava tutti a partecipare alla ricostruzione della mordace ironia del famoso attore.

A lungo sono proseguiti i ricordi, la serata si è chiusa nei divertiti commenti e nell’augurio che il premio, assai stimolante per i giovani, si ripeta con regolarità.

 Nel pomeriggio del 20 è stato  protagonistaIl Teatro dei Provvisori” nella pièce “Romeo & Giulietta”, in lingua napoletana, una divertente trasposizione sintetica, del dramma dei due giovani appartenenti a famiglie nemiche, nella subcultura napoletana.  Bravissimi gli attori in maschere di Carlo Zuozo: Antonio Laudicino, Sonia Barberio, Marina Esposito, Mario Cioppa, Martina Fabriani, Paolino Baldarri anche regista della pièce. La direzione artistica è di Salvatore Pica, traslato recentemente dalla Galleria d’Arte al Teatro dell’Arte. Vincenzo Siniscalchi introducendo ha spiegato il percorso ormai storico del Teatro dei Provvisori,  dagli anni cinquanta, con altri giovani del tempo, attraverso i circoli artistici napoletani.

 Giugno è  terminato con la presentazione del libro di Anna Maria Liberatore e Gioconda Marinelli “Sono nata un giorno a primavera” edito da Photo city.

 E si è  concluso con la cerimonia di consegna delPremio Napoli in Pagina”, un premio promosso da  Giuseppe Mannaiuolo.  Hanno premiato i tre finalisti Imma Pempinello, fautrice anch’ella del premio e il presidente della giuria Mimmo Liguoro. Presente tra i giurati Annella Prisco che ha spiegato il significato del premio libero da legami esterni e voluto per premiare le opere meritevoli presentate dagli scrittori. Le opere premiate sono state  “Cannocchiale e Grandangolo“ di Dora Celeste Amato, edito da Colonnese cui è andato il primo premio; “Il prodigio del sistro” di  Stefania Mendini De Rossi, edito  da Franco di Mauro, cui è andato il secondo premio;  “Buona fine e…buon principio” del giovane Tonino Scala edito da Cento Autori, cui è andato il terzo premio.   Naturalmente il prossimo ottobre si aprirà una nuova stagione.

 

Maria Carla Tartarone, luglio 2012

 

 

Condividi