Progetto della Fondazione Napoli Novantanove

“L’altra lingua degli italiani”:

l’arte figurativa, il paesaggio e l’identità nazionale

 

 La  Presidente  della Fondazione Napoli Novantanove,  Mirella Barracco, ha presentato un nuovo coinvolgente progetto educativo che si attuerà  nei  mesi di ottobre e di novembre, partendo dal 9 ottobre. Si tratta di un ciclo di lezioni per gli insegnanti tenute dai massimi storici italiani al Teatrino di Corte di Napoli. Il Programma già presentato a Roma gode dell’alto patronato del Presidente della Repubblica ed è supportato da il Ministero per i Beni e le attività culturali,  Roma Capitale (assessorato alla famiglia, all’Educazione e ai Giovani), l’ANISA, Rai Edu,  Rai Scuola, il Palazzo Reale di Napoli, il Teatro di San Carlo, il Corriere della Sera-Corriere del Mezzogiorno, il Banco di Napoli.

La fondamentale asserzione da cui si intende partire è che l’arte sia “l’altra lingua degli italiani” in quanto radicata nei secoli nel farsi stesso della Nazione;  è da sempre linguaggio comune.

Partendo da  questo punto di vista unificante, Il ciclo di lezioni è rivolto agli insegnanti, consentendo loro di approfondire anche le  conoscenze non sempre ovviamente specializzate nei singoli settori dell’arte. Naturalmente coinvolgerà anche gli allievi dalle elementari all’Università, per il suo significato  formativo essenziale e si concluderà  non solo con un attestato per gli insegnanti ma anche con un  concorso artistico per gli alunni. Già molte scuole da tutte le regioni vi hanno aderito.  Le otto lezioni, tenute da otto specialisti  in un ambiente artistico quale il Teatrino di Corte del Palazzo Reale di Napoli,  partiranno  martedì 9 ottobre e si terranno nei martedì successivi sino al 27 novembre.  

E’ un progetto educativo che vuole condurre ad una profonda, radicata consapevolezza dell’immenso patrimonio che possediamo, nato ed evoluto con noi come  nostra lingua.

 

 Maria Carla Tartarone, 3 ottobre 2012

 

Condividi