Nella ridente Cantalupo nel Sannio

Una collettiva di artisti

Per la mostra “Controventi Mediterranei”

 

 

 

 

Suggestiva immagine di Cantalupo nel Sannio

 

 Nella Saletta dell’Asilo Comunale della ridente Cantalupo nel Sannio si sono radunati dodici artisti, già noti, quasi in un piacevole raduno tra amici, nella frescura dei luoghi ameni per una mostra controcorrente, seppure contemporanea, ma che non vuole rompere con il passato né considerarsi ribelle. Ciascuno dei dodici artisti ha compiuto fin qui un percorso di successo, come dice il curatore  Maurizio Vitiello e questa mostra vuole significare un momento di verifica dell’arte contemporanea, un rivisitarsi degli artisti su un percorso italiano pur ricco di cultura internazionale. Vedremo dodici opere significanti la maniera artistica di ciascuno, tutte rileventi, già note,  “di temperamento euro-mediterraneo”.  Riconoscibili sono altresì gli stili e le differenze, gli ambiti di ricerca  e i rimandi; stimolanti sono gli avvicinamenti, entusiasmanti per il fruitore gli spunti culturali.

 Gli artisti in mostra sono:

-Rolando Attanasio, poeta, scrittore e autore di video il più recente, presentato con l’omonimo libro al Maschio Angioino, è “Aragosta Blu”.

-Lucia Buono, docente al “Liceo Artistico Pino Pascali” di Bari, dipinge e crea bassorilievi sempre nuovi con materie antiche.

 - Alfredo Celli, abruzzese,  amico di Umberto Esposti che lo stimolò a proseguire nella  pittura,  crea pitture materiche informali.

- Carlo Cottone, di origine siciliana, di cui ricordo la personale al Museo Minimo del 2004 con “Variazioni Mediterranee”.

- Maria Pia Daidone, spesso presente anche in collettive,  la cui ultima mostra al Maschio Angioino ”Oronerorame”,  con sculture in legno dipinto e preziosi “mantelli“ di rame, abbiamo visto nell’inverno del 2011.

- Umberto Esposti lombardo, del 1932, che ha avuto, per esserne il nipote, il privilegio di ascoltare gli insegnamenti di Lucio Fontana e di vedere la propria opera plurimaterica “Dialoghi tra forme” nel Catalogo d’Arte Mondadori più recente.

 - Lucio Gacina artista pugliese elabora tecniche miste; il fondo è per lui uno spazio urgente alla realizzazione delle sue  creazioni, talvolta elaborate come gioielli.

 - Franco Lista napoletano sempre più attivo come architetto nelle questioni inerenti il futuro della città di Napoli e pittore già presente giovanissimo tra i fondatori della pop art (1971) e della pittura di storia (1984); tra le sue ultime mostre è “Vesuvius by Franco Lista” presso il Ramo d’Oro nel 2005.

 - Luciana Mascia già in mostra con Maria Pia Daidone più volte in collettive, alterna toni di compostezza formale a sortite espressionistiche equilibrate.

 - Nino Perrone,  di cui ricordo, tra le sue ultime mostre, la collettiva a Bari nella Sala Murat dove ha esposto una delle sue interessanti “Sensazioni”.

- Achille Quadrini di Frosinone, recentemente visto a Capri all’Hotel Sirene nella personale “Indici e segmenti”, preso in quel periodo dalla realizzazione di una diversa stesura del colore in opere ispirate al cerchio, fondamentale anche nelle sculture che diventano globi di metallo lucente e ricordano Pomodoro.

- Myriam Risola interessante nelle sue ricognizioni tra le origini popolari dell’arte orientale trasposte nella nostra cultura popolare. Dunque questo è il gruppo già visto insieme, a cura di Maurizio Vitiello che  allieterà l’estate dell’ ameno paesino del Sannio.

 

Maria Carla Tartarone, 20 luglio 2012

 

 

 

 

Condividi