Al MA/Movimento aperto di Ilia Tufano
la stagione si chiude con 
“Universi Fotografici”

 

 

Federica De Meo, “Contaminazione”

Michela Fabbrocino”Forme lineari”

“Universi fotografici” è la mostra  che chiude la stagione della Galleria di Ilia Tufano. Sono quattro giovani artisti, diplomati all’Accademia di Belle Arti di Napoli in “Fotografia come Linguaggio Artistico”, portati in mostra dal loro Maestro di Fotografia Sperimentale Marco Zagaria: Federica De Meo, Michela Fabbrocino, Katia Siviglia e Danilo Veccia.  Gli artisti, pur molto giovani hanno già partecipato a Collettive e Personali di rilievo.

 Il loro Maestro, Marco Zagaria nel 2014 aprì la stagione invernale 2014 al MA/Movimento Aperto, che partecipava  al Weekend di AMACI, quando affascinò i visitatori con le sue opere della mostra “Photorama” facendo loro comprendere il significato delle sue creazioni ottenute attraverso una particolarissima tecnica fotografica infatti fondamentale è per lui lo strumento. Nella mostra si rilevava che la tecnica è l’essenza delle trasposizione delle sue creazioni sulla tela, con l’aggiunta di elementi di scarto animali e primari, raggiungendo opere assolutamente fantastiche nei colori delle immagini per lo più astratte. Questa  dell’uso della tecnica è  la metodologia che il maestro insegna ai suoi alunni i quali con personalità e valore l’hanno utilizzata per le loro creazioni.

 

Katia Siviglia, “Eidos”

Danilo Veccia,  “Sistema Binario”

I giovani artisti danno oggi soddisfazione al maestro lasciando incuriositi gli spettatori non solo per il raggiungimento di un’estetica raffinata ma anche per la trasmissione di una tecnica fotografica all’avanguardia che lascia intravedere immagini, geometrie e  colori inaspettati, realizzati con capacità e personalità.

Mi sembra il caso di introdurre qualche breve notizia sugli artisti:

Federica De Meo, diplomata come gli altri all’Accademia di Belle Arti di Napoli in “Fotografia come Linguaggio Artistico”,  ha già partecipato, tra le numerose mostre, alla IV Biennale  dei Giovani Fotografi Italiani ed alla mostra al PAN Nina. Presenta la sua opera “Contaminazione”;

 Michela Fabbrocino, diplomata anch’ella all’Accademia  di belle Arti di Napoli, ha presentato le sue opere in varie mostre: tra l’altro nel 2014 ha vinto il premio del Corriere della Sera “Obiettivo Italia”, che le permetterà di esporre, all’interno di Expò Arte, alla Biennale di Fotografia curata da Vittorio Sgarbi. Ptresenta al MA “Forme Lineari”;

Katia Siviglia  diplomata all’Accademia di Belle Arti di Napoli, tra le mostre si può ricordare la partecipazione alla IV Edizione della Biennale dei Giovani Fotografi Italiani e la Mostra di Fotografia alla Villa Pignatelli manifestando altresì  il suo interesse per gli Archivi Fotografici  Napoletani e la tanto ricercata “conservazione” delle impronte di luce. La sua opera in mostra è “Eidos”;

 Danilo Veccia, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Napoli in “Fotografia come Linguaggio Artistico”, ha vinto il primo premio assoluto nel concorso artistico “Impulse Art” nel 2014 a Ferrara. La sua opera fotografica in mostra “Sistema Binario”, può ricordare i binari prelevati di Kounellis, ma soltanto come oggetto prescelto in quanto l’astrazione nitida, anche se fotografica, ne esalta l’immagine ed il significato. Ciascun artista al MA è dunque presente col suo “Universo Fotografico”.

 

Maria Carla Tartarone, giugno 2015

Condividi su Facebook