“Rotolarte” Laboratorio Creativo

alla Ludoteca dell’Ospedale Annunziata

un  lavoro con i bambini di

Riccardo Dalisi  

 

 

 

Una delle lunghe sale ornate delle opere artistiche di Dalisi

 

Giovedì 25 giugno nella Ludoteca dell’Ospedale Annunziata, abbiamo assistito alla  festa augurale del “Progetto Rotolarte”, deciso da un’ incontro dell’artista architetto Riccardo Dalisi, (promosso ultimamente con un secondo “Compasso d’oro”, appena tornato dall’ incontro con i bambini  in Cina) con il Direttore Sanitario dell’Ospedale Annunziata, Bruno Zamparelli. Hanno collaborato encomiabili medici pediatri, infermieri e collaboratori del progetto cui ha anche partecipato la Direttrice Sanitaria dell’AO Santobono-Pusillipon-Annunziata  Anna Maria Minicucci. Tutti  hanno contribuito alla mattinata che ha visto accogliere con entusiasmo generale il progetto già attivo dall’ottobre 2013, anche  con il contributo di alcune associazioni di volontari che lavorano per il benessere e per l’educazione spirituale e fisica di tante creature.  Le belle immagini dettate dall’artista mescolate ai moltissimi  lavori in mostra dei bambini, sculture e pitture su materiali poveri, hanno adornato gli ampi corridoi e le sale  della Ludoteca allestite con l’organizzazione a  cura di Anna Maria Laville.

 

 

 

 

Uno stralcio delle  opere dei bambini in mostra

 

Il Progetto Rotolarte,   un nuovo laboratorio creativo che non ha termini di tempo e che sarà ampliato  si basa su due parole arte-terapia entrambe essenziali per lo stimolo alla riconquista della salute di bambini e ragazzi, non necessariamente degenti, ma attratti alla partecipazione insieme alle mamme, affetti da malattie difficili da curare, che solitamente interferiscono con l’accettazione di sé e con i rapporti con l’esterno. Delicati sono dunque gli interventi psicologici che attraverso una guida sensibile e la stimolata produzione artistica possono ottenere ragguardevoli miglioramenti.

Anche la programmata coltivazione delle piante sullo spazioso terrazzo che offre la vista di antiche e purtroppo fatiscenti architetture, programmata con la collaborazione di “Semi di laboratorio O.N.L.U.S.” e di “Agrigiochiamo”, di D. De Gaudio e Anna Castaldo, già attivo nelle scuole, farà parte delle attività guidate dal gruppo degli psicologi. Un grande merito per l’Ospedale Annunziata che andrà seguito con molto interesse.

E’ da ricordare che il 3 luglio Riccardo Dalisi,  ancora con i bambini in “modella per gioco”, porterà “Pintaderas”  con “Terre Blu LAB” a Caserta.

 

Maria Carla Tartarone, luglio 2014

Condividi su Facebook