Nella Galleria ArteAs di Maurizio Siniscalco

in mostra David Pompili con

 “Filosoficamente”

 

 

Davide Pompili nella Galleria ArteAs, 2014

 

David Pompili, nella Galleria ArteAs  presenta un gruppo di opere recenti,“Filosoficamente”. Il titolo deriva da una delle opere, un ritratto di Eduardo De Filippo, (cartone inciso, decollage, acrilico,100x100 cm.).

Pampili artista è essenzialmente un ritrattista alla Warrol, ma utilizza marginalmente la pittura: costruisce i suoi personaggi con una tecnica che raccoglie in sé gran parte dell’arte contemporanea, dalla fotografia alle scritte della pop-art, come in “GIO” dove il volto della Gioconda viene accostato alla scritta della Coca-Cola, non escludendo il colore, il rosso e il giallo degli sgocciolamenti pollockiani, come in “Kodak”. La base dell’immagine, racchiusa in una cornice scatolare, è il cartone rigato; l’operazione più delicata, la costruzione del ritratto, viene elaborata su leggera carta bianca sovrapposta, intagliata con gran precisione, guai ad escludere un particolare, l’immagine risulterebbe diversa e il personaggio ritratto perderebbe una traccia della sua personalità, peraltro vista sempre con filosofica  ironia accentuata nella scritta didascalica che accompagna l’opera.  

 

 

 

 

Davide Pompili uno scorcio delle opere in Galleria, 2014

 

L’artista, che vive a Foligno, si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Perugia; nato a Spoleto oggi vi insegna al “Liceo Artistico Dante Alighieri”, ha dunque sempre respirato il profumo artistico e culturale  di quei luoghi che conservano tracce antichissime della loro storia, da un anfiteatro romano alle stradine percorse nell’irruzione dall’esercito di Annibale, al medievale Ponte delle Torri, alla Rocca, per non parlare delle antiche mura, delle chiese e dei teatri.

Nel 1999 comincia con una mostra prestigiosa,”Cromie”, al Festival dei due Mondi proprio a Spoleto, successo che lo conduce a partecipare nello stesso anno ad una collettiva a San Francisco, seguita nel 2001 da una mostra a Chicago e poi a Bruxelles, dove torna nel 2010 per la Mostra “Amart Gallery” (per accennare ad alcune mostre all’estero). Nel 2012 è al Chiostro del Bramante a Roma con “Variazioni” ed a Spoleto, per il Festival dei due Mondi con “Arte in Terapia”.

Nel 2008  Pompili  fonda  a Foligno una Associazione d’Arte Contemporanea, “Arteificio” di cui è Presidente.  Vi apre anche uno  spazio espositivo per l’Arte Contemporanea “Dada Gallery”  in cui espongono artisti seguaci del neo-dada, la tendenza ispiratrice della loro  maniera contemporanea, la cui   mostra collettiva del 2011, “6 in Art” (tra gli altri Marina Ficola, Kindergarten, Andrea Pinchi, Pierpaolo Ramotto) li ha condotti, con David Pompili,  alla 54^ Biennale di Venezia a cura di Vittorio Sgarbi, nella Sezione Umbria.

Oggi l’artista è a Napoli per la prima volta, ma lo aspettiamo per altri ritratti ironici del mondo contemporaneo.

 

 Maria Carla Tartarone, giugno 2014

Condividi su Facebook