Nuovi Spazi e iniziative di giovani

e  “Oro Nero” mostra di Maria Pia Daidone

alla “Casa di Ù”

 

 

 

Maria Pia Daidone, “Ordito”, tecnica mista su cartone, 65x162x6, 2011

 Dopo le vacanze abbiamo trovato la città aperta a molteplici  iniziative, piccole e grandi, tutte aperte al futuro dei giovani, professionisti alle prime armi, giovani artisti di teatro, associazioni magari avviate da tempo ma  che soltanto adesso conosciamo E’ nata da poco in via Carelli, La Casa di Ù, associazione a disposizione delle scuole, un  ampio spazio  per le mostre d’arte contemporanea, inaugurato con la mostra della pittrice scultrice  Maria Pia Daidone ”Oro Nero” aperta dal 24 settembre al  7 ottobre con la cura di Maurizio Vitiello. Le opere esposte dall’artista sono la sintesi di un lungo percorso di ricerca sui  materiali accompagnato dall’amore per la natura. Non se ne può  trascurare una breve sintesi:  Maria Pia Daidone agli inizi, negli ultimi  anni del ‘900 e attorno al 2000, ha preso a creare, non più solo  col disegno ed il colore, come aveva iniziato, ma anche con prelievi dal mondo delle materie prime, prima essenzialmente cartacei: sono gli anni di “Birilli”,  collage di carte colorate su tele del 2002. Manmano  l’artista allarga la sua ricerca alla plastica, al cartone e al legno da quando , nel 2005, partecipa alle esposizioni collettive del “Movimento Iperspazialista” .  Più tardi, dopo numerose collettive e personali,  giungiamo  a  “Zoophantasi” al Museo Zoologico napoletano  di via Mezzocannone, dove il suo amore per la natura si riflette nelle creazioni  “Uccelli e fiori gialli”, costruiti con materiali vari e sostenuti da leggeri fili di ferro alla Calder, anime vibranti e colorate (siamo nel 2008).  Un’altra personale da ricordare è quella al PAN con sperimentazioni  in “Oronerorame”, del 2011, quando l’artista sperimentò con il rame il plexiglas, elemento di luce, come la plastica già usata in passato per costruire anche in elementi da arredamento. Già in atto era la ricerca sul rame che l’artista aveva impiegato in numerose collettive, come nella partecipazione al Padiglione Italia della Biennale di Venezia curata da Sgarbi, nel  Palazzo degli Alessandri a Viterbo nel 2011 e a Roma al “Lavatoio Contumaciale” nella mostra “Eduardo Palumbo e gli amici” nel 2012;  ancora da citare nello stesso anno la personale “Rossorame” allo Studio Arte Fuori Centro di Roma. Tra le ultime mostre ricordo la partecipazione alla mostra “Radici e Novità” del nuovo “Open Space” di Cantalupo del Sannio e con “Oro RossoRame” in mostra presso “Arte/Studio-Gallery “ di Benevento.  Ed ora eccola  a promuovere lo ” SpazioAarte” della Casa di Ù con le sue numerose opere ispirate sempre alla natura ed ai suoi materiali.

 Ed ora desidero presentare un gruppo di giovani preparati, specializzati nel loro campo, che solo  recentemente hanno trovato l’opportunità di un avvio. Vale la pena di diffondere le loro iniziative per ulteriormente incoraggiarli. Inizio dalla associazione psicosociale di piazza Bovio, “AttiviAmo Napoli” onlus, centro di consulenza psicologica e biologica, nutrizionale per tutte le età, condotta da giovani psicologhe e biologhe  in uno studio ampio ed accogliente.  Segnalo ancora l’associazione culturale  “Mada Madà” Eventi, nata nel 2012, sita in via Consalvo 120, che si propone come creatrice di eventi con finalità culturali, ludiche e ricreative che fra l’altro ha partecipato con uno spettacolo originale , regìa compresa, “Prove in scena”, al Teatro il Piccolo il cui ricavato è andato a favore della ricostruzione di “Città della Scienza”. Importantissima l’apertura di FOQUS-Fondazione Quartieri Spagnoli, nel cuore del centro storico, iniziativa aperta presso l’antico  Istituto Montecalvario già sede della scuola elementare. La prima utile installazione per le mamme del quartiere è stata quella dell’asilo nido e mano a mano apriranno tutte le altre iniziative programmate che coinvolgono imprese private e pubbliche con predominanza delle prime. Abbiamo visitato il centro, presieduto da Ornella Furfaro, appena restaurato: molte sono le persone che vorranno collaborare perché molte sono le iniziative rivolte ai giovani tra cui l’Università delle Liberetà, mentre in gennaio  L’Accademia di Belle Arti vi inaugurerà un corso di specializzazione. Altra importante iniziativa è quella di “Iocisto”, la libreria aperta al Vomero in Piazzetta Fuga, dopo la chiusura di Loffredo, un’altra associazione di volontari, che conta  più di seicento associati,  che hanno impiantato personalmente i locali,   e tassandosi li hanno quasi già riempiti di libri.  Vi si svolgono riunioni, presentazioni di libri, concerti. Un luogo prezioso.

 

 

 

Maria Pia Daidone,”Valigia con memoires”, tecnica mista su legno, 100x75x14, 2008

 Ancora un’attività da segnalare è “Spazio Mamme” creato nel 2013 dalla “Associazione Piano Terra”, onlus,  con sede in piazza San Domenico Maggiore, che attiva progetti per le famiglie in difficoltà. Proprio in questi giorni nell’ambito di AMACI, Lia Rumma ha raccolto in una mostra, “The Milky Way”, opere donate da artisti importanti. Il ricavato della vendita andrà a questa associazione.

 Maria Carla Tartarone, ottobre 2014

 

 

Condividi su Facebook