VIVA LA LIBERTÀ

Un cast napoletano per il film-politico di Roberto Andò

 

 

 Manuela Rippo

In piena campagna elettorale, arriva come un fulmine a ciel sereno l’ultimo film del regista palermitano Roberto Andò. Tratto dal suo primo romanzo, Il Trono Vuoto, il film è un’estremizzazione di una politica che non c’è più ma che dovrebbe essere, fondata sull’onestà, il rispetto dei cittadini e la partecipazione attiva. Una politica magistralmente interpretata da Toni Servillo che per questa pellicola si è calato nei panni di due personaggi: il politico di professione ed il suo gemello, un filosofo geniale ed eccentrico appena dimesso dal manicomio.  

In piena campagna elettorale, il segretario del principale partito d'opposizione, Enrico Oliveri, è in crisi ed i sondaggi lo danno sconfitto. In seguito all'ennesima contestazione, Oliveri decide di scappare senza lasciare tracce, per cercare una sua ex fiamma a Parigi. Un evento del genere deve assolutamente rimane segreto perché potrebbe danneggiare ulteriormente la precaria posizione del partito, così la moglie di Oliveri, Anna ha un’idea, sostituire il candidato con il suo doppio, appena uscito dal manicomio.  

I presupposti per il successo ci sono tutti: un cast qualificato, Servillo è affiancato da un bravissimo spin doctor/Valerio Mastrandrea e da Valeria Bruni Tedeschi, Michela Cescon e Anna Bonaiuti; una trama semplice ma attuale, ironica e ben costruita ed una realtà drammatica e instabile che nel pieno della campagna elettorale mostra tutte le sue crepe e le sue necessità, con la quale si confronta.  

Il regista mette in scena una pellicola irrealista, onirica ed estrema che nella sua in-credibilità è più attuale di un telegiornale; non manca la maturità stilistica e cinematografica che Andò ha acquisito con l’esperienza cinematografica e teatrale al punto che i riferimenti a Fellini (che appare in alcune immagini di repertorio) sono sapientemente inseriti nel lungometraggio.  

Lo consiglio a tutti quelli che il 24 ed il 25 febbraio andranno a votare! 

 

Condividi su Facebook