SPORCHI DA MORIRE

   

Manuela Rippo

È stato presentato in anteprima mondiale al cinema Modernissimo, il documentario “Sporchi da Morire” di Marco Carlucci. Il docu-film è dedicato al tema degli inceneritori, delle nanoparticelle dei rischi per la salute e le possibili alternative sostenibili al problema, che purtroppo ci riguarda, della spazzatura.

Un interessante dibattito tra i rappresentanti del Comune di Napoli ed i professori Stefano Montanari, Paul Connett, Antonietta Morena Gatti e Carlo Martigli ha animato la conferenza stampa, evidenziando eventuali soluzioni al problema ambientale dei rifiuti in Campania.  Problema che ha incuriosito Carlo A. Martigli, scrittore e giornalista, nonché autore della ricerca alla base del documentario, che, partendo da internet, fino ad arrivare ad interviste e filmati esclusivi, mette insieme un vero e proprio reportage in giro per il mondo (Italia, Francia, Inghilterra, Stati Uniti ed Austria) alla scoperta di un male che gli esperti identificano come invisibile inquinamento del nuovo millennio che riguarderà i nostri figli e le future generazioni.  

Sporchi da morire non è il tipico film di Natale, ma dovrebbe essere proiettato nelle scuole e visto da tutti, cittadini e rappresentanti delle Istituzioni, perché fa riflettere su quella che oggi è la nostra più grave criticità ed allo stesso tempo dimostra che l’alternativa esiste ed è possibile.

Dicembre 2011

   Condividi