SOCIAL WORLD FILM FESTIVAL

Manuela Rippo

Al via la seconda edizione del Social World Film Festival, che si terrà a Vico Equense dal 6 al 13 maggio. Il tema di quest’anno è “L’incubo delle mafie”, problematica fortemente presente sul nostro territorio che viene affrontata telecamera in spalla dai giovani protagonisti di questo concorso.

Giuseppe Alessio Nuzzo, presidente del Festival e direttore artistico più giovane d’Italia, ha definito il SWFF come un evento itinerante che non si ferma mai, lavorando anche nei 365 giorni che precedono la settimana di Vico Equense, con attività, workshop e contest dedicati a giovani nazionali grazie al sostegno del Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

I lavori in concorso alla “Selezione Ufficiale” sono già stati premiati con il “Golden Spike Award” nei diversi festival partner. La kermesse dedicata al cinema sociale si struttura in due macro-sezioni: quella Ufficiale e quella Smile. La prima comprende lungometraggi e cortometraggi, mentre la seconda i cortometraggi che affrontano con ironia la tematica sociale. Si aggiungono poi altre due sezioni dedicate al cinema under 35: Visioni, con opere di registi italiani e Screening USA, nata in collaborazione con l’University of Southern California – School of Cinematic Arts, che ospita lavori di giovani registi statunitensi.  

Sul Red Carpet del Festival sfileranno Alessandro Siani, Elena Sofia Ricci, Massimiliano Gallo, Lorenzo Flaherty, Nicoletta Romanoff, Gianfelice Imparato, Ernesto Mahleux, Dajana Roncione (madrina del Festival famosa per le sue interpretazioni in Montalbano, Walter Chiari e Nero Wolf), Irene Ferri, Danilo Brugia, Franco Oppini, Edoardo Velo, Marcelo Fuentes. Candidati al premio miglior attore Gian Marco Tognazzi, Giorgio Colangeli e Federico Mazzoli.

L’aspetto più interessante di questo evento è la forte partecipazione giovanile, vengono da tutta Italia, infatti, i 150 ragazzi della “Giuria Giovani” presieduti dai produttori Manuela Cacciamani e Gennaro Coppola, che valuteranno le opere in concorso alla “Sezione Ufficiale” conferendo cinque importanti premi: miglior attore ed attrice; miglior regia; miglior sceneggiatura e miglior fotografia. La “Giuria Studenti” è altresì composta da cinquemila studenti della Provincia di Napoli.

Un evento che parla ai giovani attraverso i giovani, affrontando temi delicati ma reali, problemi con i quali ognuno di loro convive e che appartengono a questi territori, sempre più spesso abbandonati dalle Istituzioni.

 

 

 

Condividi