IL CINEMA DEL GIFFONI INCONTRA LA MUSICA DEL NEAPOLIS 

 

Manuela Rippo

Il 14 luglio ha preso il via la 42° edizione del Giffoni Film Festival, che da quest’anno di avvale della collaborazione con il Neapolis Festival, trasformandosi in un evento dove, non solo il cinema, ma anche musica e teatro, la fanno da protagonisti. Continuano ad essere la vera punta di diamante della manifestazione, che in tanti anni di carriera è sempre stata all’altezza delle aspettative, migliorandosi e rinnovandosi con ingegno e fantasia, i giovani; attenti e critici nelle affollate giurie multietniche a cui spetta il compito di votare, selezionare e premiare le pellicole vincitrici tra circa 2000 titoli.

 

Dopo Energia, Amore, Tabù, Scoperta, Emozione e Link; il tema di quest’anno è la Felicità, con tutta la sua poliedricità e libertà di interpretazione che lascia. Un termine complesso che brilla della soggettività di ognuno ma che allo stesso tempo rappresenta il contraltare dei tempi che corrono, dove l’insostenibilità della crisi culturale, economica, artistica, politica e sociale si è abbattuta con veemenza sull’intraprendenza, la determinazione e l’ottimismo di chi lotta per la società. Tanti i film in mostra tra i quali spiccano i sequel dei capolavori della Fox e della Dream Works, l’anteprima dell’ultima fatica di Peter Hedges (regista di About a boy n.d.r.) The odd life of Timothy Green e quella di Lol – pazza del mio migliore amico, con Demi Moore e Miley Cyrus.

La retrospettiva del festival è invece dedicata a due geni indiscussi del cinema, Tim Burton e François Truffaut, proprio quest’ultimo, durante la sua presenza al Giffoni nel 1982, lo definì “il più necessario”, racchiudendo in questa esternazione l’unicità ed il valore della rassegna.

 

Importanti e famosi artisti italiani ed internazionali caratterizzano la sezione musicale del Neapolis. Primo tra tutti spicca il nome di Patti Smith; la sacerdotessa del rock, che da anni onora l’Italia calcando i nostri palchi e collaborando con alcuni dei nostri cantanti, si è esibita lo scorso 19 luglio allo stadio comunale di Giffoni mettendo in scena uno spettacolo eccezionale che il numeroso pubblico non dimenticherà. A rappresentare il Belpaese, invece, la splendida voce di Nina Zilli, l’eccentricità di Caparezza e l’intramontabile Pino Daniele, che si esibirà alla festa di chiusura del Giffoni Experience il 24 luglio.   

 

 

 

 

Condividi