GALÀ DEL CINEMA E DELLA FICTION IN CAMPANIA  

 

Manuela Rippo

Si è concluso il 20 ottobre il Galà del Cinema e della Fiction in Campania, che al Palazzo delle Arti di Napoli ha ospitato grandi nomi del cinema napoletano e nazionale e consegnato premi ad alcune delle pellicole che hanno rappresentato, nel bene e nel male, la nostra città: da Reality all’Era Legale, passando per Napoletans, Benvenuti al Nord e La Kryptonite nella Borsa.

Progetto interessante portato avanti dalla rassegna cinematografica, in collaborazione con la Film Commission della Regione Campania, l’Universal Pictures e la FAPAV (Federazione Anti-Pirateria Audiovisiva); è il concorso “Pitching – Nuove idea per il cinema e per la televisione in Campania” insieme agli studenti del Suor Orsola Benincasa ai quali è stato chiesto di preparare un progetto per un film o per una fiction da portare sullo schermo. Il vincitore è stato premiato con un assegno di 1500 euro e uno stage di 3 mesi presso la FAPAV di Roma.

Di forte impatto la mostra fotografica “lo sguardo non mente” di Riccardo Ghilardi che, sempre al Pan, ha impressionato e colpito il pubblico attraverso dei video che hanno catturato lo sguardo di numerosi personaggi dello spettacolo in modo nuovo e inaspettato..

Il fotografo ha sottoposto alla sua "macchina della verità" diversi attori, registi, produttori, compositori di colonne sonore, fotografi e doppiatori ai quali è stata sottoposta una domanda inaspettata e sconosciuta, servita col sorriso spiazzante di Riccardo e soprattutto con il centoventicinquesimo di secondo in cui lo sguardo non mente. Un lavoro di oltre tre anni di cui, l'esposizione al PAN, rappresenta una personale selezione dell'autore per il pubblico napoletano.
Di fronte all'intervistato c'è solo un fotografo, che vuole gli occhi in macchina, pone una domanda a bruciapelo e coglie la risposta tra due battiti di ciglia, quando la mente sta ancora maturando un'ipotesi, ma gli occhi hanno già consegnato la verità…Geniale nella sua determinazione a cogliere il secondo in cui tutti sono veramente onesti, con chi li guarda e con se stessi!

Tra i personaggi immortalati da Ghilardi: Pupi Avati, Luca Zingaretti, Filippo Nigro, Alba Rohrwacher, Giuseppe Battiston, Fabrizio Bentivoglio, Alessio Boni, Ennio Fantastichini, Donatella Finocchiaro, Giuseppe Fiorello, Riccardo Garrone, Claudia Gerini, Elio Germano, Marco Giallini, Nicole Grimaudo, Caterina Guzzanti, Alessandro Haber, Sabrina Impacciatore, Francesca Inaudi, Daniele Liotti, Valentina Lodovini, Leonardo Pieraccioni, Nicola Piovani, Stefania Rocca, Gabriele Salvatores, Ettore Scola, Giuseppe Tornatore, Carlo Verdone e molti altri ancora.

Una mostra che consiglio a chi ancora non l’ha vista.

 

 

Condividi su Facebook