LA FESTA DELLA MUSICA EUROPEA DI NAPOLI

   

Manuela Rippo

La grande manifestazione popolare de “La Festa della Musica”, istituita per festeggiare il Solstizio d’Estate, giunge alla sua XV edizione ed ha organizzato, il 21 giugno, uno splendido spettacolo musicale che ha coinvolto tantissime città in tutto il mondo, riempendo di musica e danze le loro piazze, i giardini, le strade, i cortili delle chiese e dei teatri, i musei ed i castelli.

Istituita in Francia nel 1992, la “Fête de la Musique” è diventata un vero e proprio fenomeno nel quale i musicisti sono invitati ad esibirsi gratuitamente al fine di rendere popolare la pratica musicale e di unire le persone senza distinzioni sociali.  

Napoli non si è tirata indietro ed ha organizzato, nelle giornate del 21 e del 22 giugno, la settima edizione della “Festa della Musica”, dedicandola a Roberto Murolo nel centenario della sua nascita. La manifestazione è stata inaugurata nella Sala Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella con un meeting dedicato alla “Parola della musica – conoscere il passato per costruire il futuro. La musica a Napoli come attività produttiva”, alla presenza del Sindaco de Magistris, dell’assessore alla cultura ed al turismo, Antonella Di Nocera e del noto maestro e compositore Ennio Morricone.  

Per due giorni Napoli si è immersa nelle 7 note, come solo una città dalla lunga e profonda tradizione musicale poteva fare. Gruppi emergenti e famosi musicisti hanno invaso ogni angolo partenopeo con le loro voci e le loro chitarre. Dalla Casina Pompeiana nella Villa Comunale alle stazioni della metropolitana e della funicolare; dalla musica reggae di Piazza Dante alla capoeira nell’Albergo dei Poveri passando per il cortile d’onore del Palazzo Reale e per il foyer del teatro San Carlo.  

Nemmeno il caldo Scipione è riuscito a fermare il bisogno di ballare e cantare dei napoletani, che hanno partecipato agli eventi apprezzando le armonie multietniche e folkloristiche di questa edizione della Festa della Musica, che con i suoi suoni caldi e romantici, nostalgici e magici ha dato il benvenuto all’estate 2012! 

 

Condividi