FILIPPO TIMI E GIORGIO FALETTI AL NAPOLI FILM FESTIVAL

 

Manuela Rippo

L’ultimo degli incontri organizzati dal Napoli Film Festival, nell’affascinante atmosfera del Castel Sant’Elmo, vede la presenza del versatile Filippo Timi, attore teatrale, cinematografico e televisivo, nonché scrittore e sceneggiatore e dell’altrettanto complesso Giorgio Faletti, cantante, scrittore, doppiatore, cabarettista ed attore.

Entrambi gli ospiti hanno chiacchierato con il giornalista Antonio Monda dei film che hanno caratterizzato la loro vita, quelli che sono rimasti impressi per la sceneggiatura, la recitazione o per gli effetti speciali.

 

L’attore perugino ha scelto 2001: Odissea nello spazio, Essere John Malkovich, Mamma Roma, Mulholland Drive e Voglia di tenerezza. Esaltando gli aspetti più complessi del cinema americano e ricordando la genialità dei registi italiani, Timi ha mostrato al pubblico tutto il suo entusiasmo ed il suo amore per l’arte cinematografica, offrendo un’intervista piacevole e genuina.

 

Diversa la scelta dello scrittore Giorgio Faletti che, appassionato di fumetti e supereroi, ha scelto le sequenze di film che più degli altri evidenziavano la contrapposizione tra l’aspetto umano e quello eroico di alcuni personaggi del grande schermo, come Spiderman 2, I soliti sospetti, Zorro e Un uomo tranquillo. 

Ottobre 2011

  

   Condividi