A NAPOLI IL CINEMA FANTASTICO DI FRANCIA, GERMANIA E SPAGNA

Manuela Rippo

Dal 21 al 24 novembre una fantastica rassegna di “cinema fantastico” ha rispolverato alcune tra le più belle pellicole prodotte in Europa tra il 1918 e i duemila. Gli istituti linguistici Grenoble, Cervantes ed Goethe, insieme a Stella Film, alla Scuola di Cinema Pigrecoemme ed al Conservatorio di San Pietro a Majella hanno promosso, organizzato ed ospitato la terza edizione del “Cinema Fantastico”, accogliendo anche alcuni registi italiani ed internazionali, come Gabriele Albanesi (Italia), Marco Kreuzpaintner (Germania), Juanjo Ramirez (Spagna) e Eric Valette (Francia) per discutere con il pubblico delle loro opere.

Le proiezioni, oltre che nelle sedi degli istituti di cultura linguistica, si sono svolte nelle sale dell’Ambasciatori e del Modernissimo, tutte in lingua originale con sottotitoli in italiani. Tra le pellicole ricordiamo Balaoo, del regista francese Victorin Jasset, Un perro andaluz di Luis Buñuel, Golem di  Paul Wegner mentre tra gli italiani: Fantasmi a Roma di Pietrangeli e Magnifica Presenza di Ozpeteck.  

Giunta alla sua terza edizione, questa rassegna è oramai un appuntamento segnato in agenda per i cultori della settima arte e per gli appassionati, ma è soprattutto un ottimo pretesto per visitare i bellissimi palazzi che ospitano i tre istituti linguistici e per apprezzare alcune tra le più belle pellicole “fantastiche” europee, soprattutto quelle mute che, con molti meno mezzi rispetto ad ora, sono riuscite a ricreare scenari fantastici ed a precorrere i tempi.

Fondamentale la collaborazione tra Goethe, Cervantes e Grenoble che confermano la volontà di portare avanti la promozione culturale europea attraverso la cooperazione e la promozione di eventi che superano i confini geografici attraverso degli eventi che divulgano e confrontano l’arte dei singoli paesi.

 

Condividi su Facebook