L'anima della palla

di Gianni Puca

Il francese Nicolas Anelka, ingaggiato dalla Juve con un contratto di 1.5 milioni di euro per sei mesi, dopo aver giocato per 19 minuti, vuole la rescissione del contratto. Il bomber transalpino, che non ha fatto neppure un tiro in porta, percepirebbe così 78.946,00 euro al minuto. E senza aver dovuto nemmeno sposare Berlusconi.


Miracolo al San Paolo: un napoletano di trentasette anni, affetto da una grave malattia sin dalla nascita, dopo essere stato in cura dai migliori medici del mondo, e dopo essere stato in pellegrinaggio a Lourdes, Medjugorie, Pompei e Sant’Anastasia, portato in curva B da un cognato ad assistere ad una partita del Napoli, al goal di Pandev è miracolosamente guarito. Era juventino.


Dopo aver assistito in tv all’incontro storico tra Papa Francesco e Papa Benedetto XVI, il terzo Papi ha inviato un fax in Vaticano scusandosi per il legittimo impedimento. Il presidente del Milan stava cercando di redimere la mela marcia Balotelli.


Lapo Elkann, dopo le critiche ricevute dalla Juve per la questione delle tre stelle, ascoltando alcuni deputati del movimento cinque stelle, ha dichiarato: “questi stanno più fatti di me”.


Dopo aver dirottato l’aereo che portava Berbatov a Firenze per portarlo alla sua squadra, un noto dirigente italiano è stato visto mentre boicottava l’aereo che dal Cile doveva portare alcuni nazionali uruguayani in Italia.


Bersani, dopo aver ricevuto mandato esplorativo da Napolitano, ha indicato Zamparini come prossimo ministro del lavoro. Si calcola che se alterna un allenatore al giorno tra quelli iscritti al collocamento, dividendo l’ingaggio che attualmente si spartiscono i vari allenatori sulla sua busta paga, risolverebbe il problema della disoccupazione in Italia

 

28 marzo 2013

 

Condividi su Facebook