Giovedì, 12 Dicembre 2019  

Sfoglia

 

Cerca:  

 

IL REGISTRO DEI PECCATI di e con Moni Ovadia

Al Teatro Bellini di Napoli dall´11 al 13 gennaio.

Servizio di Antonio Tedesco

Napoli - Più che uno spettacolo in senso classico questo, Il registro dei peccati, che Moni Ovadia, nelle vesti di autore, regista e interprete, ha presentato al Teatro Bellini si potrebbe definire quasi una chiacchierata amichevole, uno scambio di idee (certo non superficiali o occasionali) ma soprattutto, il prezioso incontro con un maestro. Che, solo sul palco con un microfono e un leggio, sa parlare (come tutti i veri maestri) di cose importanti senza annoiare. Un uomo (difficile definirlo attore o interprete, perché in questo contesto potrebbe apparire riduttivo) che parlando dei principi fondamentali dell´esistenza e del complicato rapporto degli esseri umani con la divinità, riesce a divertire il pubblico che per due ore abbondanti lo ascolta attento e rapito. Due ore di storie, narrazioni, racconti con qualche incursione nel canto rituale ebraico e divagazioni solo apparenti che contribuiscono, in realtà, a rafforzare il tema centrale del suo discorso. Moni Ovadia è portatore di una cultura e di una tradizione solida, antica e ricchissima come quella ebraica. Di cui è una sorta di ambasciatore laico. Nel senso che sa trasmetterne i valori profondi senza mai disgiungerli, però, da un concreto e sincero trasporto umanistico. In questo spettacolo, in particolare, il riferimento principale è stato una specifica corrente  dell´ebraismo, sviluppatasi nell´Europa nord orientale nel XVIII secolo, detta Chassidismo. E´ partendo dai principi di questa che, più che dottrina si può definire filosofia, intesa come particolare visione del mondo, che Moni Ovadia ha potuto offrire al pubblico l´idea di una spiritualità e di una trascendenza “compatibili” con la natura umana. Dotate, cioè, di una leggerezza gioiosa, che non pregiudica, però, la profondità e l´impegno. Ma che si lega, anzi, perfettamente a quell´idea di umanesimo che tende a superare ogni barriera di razza, religione o nazionalità. E che va praticata sempre qui e adesso, visto che, quella che è stata adottata come frase-guida dello spettacolo stesso è la citazione da un grande teologo cattolico (per ribadire che non siamo limitati da una visione univoca), Teillard de Chardin, che dice “Non siamo esseri materiali che vivono un´esperienza spirituale, noi siamo esseri spirituali che fanno un´esperienza materiale”. Difficile raccontare la ricchezza di dettagli e sfumature di questo lungo e coinvolgente discorso-spettacolo, infarcito di piccole parabole, storielle divertenti e buffe che sanno assumere, a volte, la stessa dignità e pregnanza delle Scritture. Ciò che sarebbe necessario portarsi dietro, invece, da incontri come questo, è la voglia di cercare. Cercare altrove, lontano dallo stordente clamore quotidiano amplificato dai troppi massmedia cui siamo continuamente esposti. Ovadia ci ha raccontato di una suora libanese capace di trovare, e trasmettere, la trascendenza con il suo canto sublime. Dello scultore sardo che invece cerca nella pietra che lavora quello stesso canto (quel canto che, come si sa, è la forma più pura e più elevata di preghiera). E ancora, ci ha raccontato di saggi e di mistici che sono (o sanno essere)  persone del tutto comuni, ma capaci di quella scintilla che illumina il loro percorso esistenziale e indica la strada anche agli altri. Tutta materia poco appetibile per la grancassa mediatica che ci stordisce quotidianamente allontanandoci da noi stessi e dalla nostra vera natura.
Alla fine Ovadia, anche se non lo dice esplicitamente, ci invita a crederci, ad avere fede. A difenderci dal bombardamento quotidiano cui sono sottoposte le nostre menti e le nostre coscienze riprendendo e tramandando i fili di quella lunga tradizione che potrebbe definirsi di “umorismo mistico”. Da usare come un´arma pacifica, e forse proprio per questo invincibile. Certi del fatto che, alla fine, una (gran) risata li seppellirà.

 

12 gennaio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google










Morto Arnoldo Foà, aveva 98 anni: protagonista del ´900 dal teatro alla tv

L´actualité du mois et le programme des Théâtres Parisiens Associés Venez découvrir les pièces des Theatresparisiensassocies.com !

Venezia - HEDDA GABLER di Henrik Ibsen AL TEATRO GOLDONI DI VENEZIA | 8-12 gennaio 2014þ con Manuela Mandracchia, Luciano Roman, Jacopo Venturiero, Simonetta Cartia,Federica Rosellini, Massimo Nicolini, Laura Piazza

LA SERA DI CAPODANNO VA IN SCENA AL CARIGNANO DI TORINO
“MISERIA E NOBILTÀ” DI EDUARDO SCARPETTA CON GEPPY GLEIJESES, LELLO ARENA, MARIANELLA BARGILLI, PER LA REGIA DI GEPPY GLEIJESES

Torino - Anche quest´anno il Teatro Cardinal Massaia propone al suo pubblico uno speciale Gran Galà di Capodanno.

Martedì 31 dicembre 2013 a partire dall ore 20:00

Apericena a buffet in collaborazione con SPES 

Spettacolo CAPODANNO A TEATRO con ANTONELLO COSTA
Come iniziare "bene" l´anno se non in compagnia del Re del Varietà? Antonello Costa promette due ore di risate, in uno show senza eguali, con tutti i suoi personaggi più celebri, impreziosito da momenti musicali e danzanti insieme al suo corpo di ballo. 

Brindisi di mezzanotte con panettone e spumante in compagnia di Antonello Costa! 

A seguire ...  ancora risate e intrattenimento! 

Napoli - Dal 4 al 12 gennaio al San Ferdinando | spazio La stanza blu

in scena La grande magia di Eduardo

adattamento e regia di Rosario Sparno

 

Martedì 31 dicembre: serata speciale al Teatro Sannazaro di Napoli con il Cafè Chantant, spettacolo che, anche quest’anno, sarà in scena la notte di Capodanno, preceduto dal Gran Cenone di San Silvestro

Roma - SAN SILVESTRO E LA BEFANA ALL´ ELISEO CON "LA VITA E´ UNA COSA MERAVIGLIOSA" E "E POI...PINOCCHIO"
Il 31 dicembre al Teatro Eliseo ci sarà la speciale replica dello spettacolo di e con Carlo Buccirosso.  LA VITA E´ UNA COSA MERAVIGLIOSA. Lo spettacolo andrà in scena alle ore 20,00. Durante l´intervallo ci sarà il brindisi e il panettone con tutta la compagnia degli attori che scenderà in platea con il pubblico a brindare all´anno nuovo. Carlo Buccirosso augurerà buon anno al pubblico dell´eliseo.
31 dicembre recita speciale ore 20.00
con brindisi assieme alla compagnia
Prezzi speciali 31 dicembre:
platea 60 € | balconata 50 €
prima galleria 33 € | seconda galleria 22 €

E per la Befana invece nuovo appuntamento sempre in compagnia di Carlo Buccirosso e della compagnia di LA VITA E´ UNA COSA MERAVIGLIOSA.
6 gennaio recita speciale ore 17.00

con tombolata finale e tanti premi.
Prezzi speciali 6 gennaio:
platea 38 € | balconata 31 €
prima galleria 26 € | seconda galleria 21 €

Roma - Teatro dei Conciatori - dal 3 al 12 Gennaio 2014 - lo spettacolo UN AMORE DA INCUBO, scritto e diretto da FRANCESCA DRAGHETTI. Lo spettacolo avrà un doppio cast: primo week-end con Roberto Stocchi, Ughetta D´Onorascenzo, Simone Crisari; seconda settimana con Antonella Alessandro, Roberto Draghetti, Roberto Stocchi.



Saronno (Va) – Teatro Giuditta Pasta

Martedì 31 dicembre - ore 21.00
LA PRINCIPESSA DELLA CZARDA
operetta in due atti di E. Kalman
regia di Alessandro Brachetti
orchestra “Cantieri d’Arte”
diretta da Stefano Giaroli
corpo di Ballo Accademia
coreografie di Costanza Chiapponi

TEATRO RAGAZZI

Lunedì 6 gennaio - ore 16.00
L’APPRENDISTA STREGONE scuola di magia
di Carlo Presotto con Carlo Presotto, Giorgia Antonelli e Matteo Balbo
dai 4 ai 10 anni

Napoli - Ramin Baharami in concerto al Teatro Mercadante
Il Piano acustico del più grande interprete
di Bach del nostro tempo
CONCERTO PER UN ALTRO CAPODANNO
1 gennaio 2014 ore 21,00

Napoli - TEATRO BOLIVAR

Sabato 28 dicembre ore 21.00

Domenica 29 dicembre ore 18.30 NANDO VARRIALE in 

…PER SE´ E PER I SUOI

con la partecipazione del gruppo musicale degli Allerija

Roma – Teatro Olimpico

Il Mistero dell´Assassino Misterioso di e con Lillo & Greg, in scena presso il nostro teatro dal 26 dicembre 2013 al 19 gennaio 2014

Verona 31 dicembre ore 22.00 / Teatro Nuovo

La pasion de Carmen

Bellini di Napoli

"Core pazzo", spettacolo di e con Nino D´Angelo che sarà in scena al Teatro Bellini dal 25 dicembre al 12 gennaio

L´actualité du mois et le programme des Théâtres Parisiens Associés

Venez découvrir les pièces des Theatresparisiensassocies.com !

dal 03/01/2014 al 04/01/2014 Teatro Paisiello - LECCE - (LE) Stelle e Storielle / Comune di Lecce

Il Concerto di Natale del 21 dic. sarà trasmesso integralmente in diretta da Rai Radio Tre.

In televisione Rai Uno effettuerà la differita della sola prima parte il 24 dicembre alle ore 11.05.
TEATRO ALLA SCALA 

CONCERTO DI NATALE

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO ALLA SCALA

CORO DI VOCI BIANCHE DELL’ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA

Direttore DANIEL HARDING

Maestro del Coro BRUNO CASONI

FELIX MENDELSSOHN-BARTHOLDY

“ELIAS” OP. 70

ORATORIO PER SOLI, CORO E ORCHESTRA

Firenze

Teatro della Pergola

28 dicembre / 5 gennaio

TI HO SPOSATO PER ALLEGRIA

Chiara Francini, Emanuele Salce

Milano Teatro Manzoni

Il Bell’Antonio di Vitaliano Brancati con Andrea Giordana e Giancarlo Zanetti per la regia di Giancarlo Sepe, in scena dal 9 al 26 gennaio 2014

<< Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next >>



 

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Homo Page