Lunedì, 10 Dicembre 2018  

Sfoglia

 

Cerca:  

 

Il cammino continua per "I Filodrammatici" con la commedia "Signori i biglietti"  di Rescigno che andrà in scena dall´8 al 10 marzo al teatro Il Piccolo e il 3 maggio al teatro Le Maschere

Napoli - Nuovo lavoro teatrale per "I Filodrammatici". A distanza di pochi mesi dal successo ottenuto al teatro "Il Piccolo" di Napoli, con la commedia "O´ Scarfalietto" di Eduardo Scarpetta, la compagnia napoletana sta lavorando  alla commedia "Signori i biglietti"  di G. Rescigno che andrà in scena dall´8 al 10 marzo 2013, al teatro "Il Piccolo" e il 3 maggio al teatro "Le Maschere" (premio Tommaso Bianco). Tante le novità di questa nuova stagione teatrale, a cominciare dalle new entry, che hanno arricchito la compagnia, che di fatto rappresenta una vera e propria famiglia.

LEGGI    

DA PARIGI L´AUTORE DI STORIE DI FAMIGLIA- JEAN CLAUDE GRUMBERG

Al Teatro Massimo una serie di eventi per celebrare la "MEMORIA"

Cagliari - Il 2013 del Teatro Stabile della Sardegna inizia con il "mese della memoria", una serie d´iniziative che si svolgeranno durante tutto il mese di gennaio. Il primo appuntamento, previsto per il week-end del 12-13-14 gennaio 2013, è collegato alle repliche dello spettacolo Storie di famiglia, di Jean-Claude Grumberg (diretto da Jean-Claude Penchenat) e vedrà la partecipazione dell´autore ad una serie di appuntamenti organizzati per l´occasione. L´evento, costruito attorno all´importante presenza dell´autore in Italia, è organizzato in collaborazione con il progetto Face a face parole di Francia per scene d´Italia, promosso e sostenuto dall´Ambasciata di Francia in Italia, che in questi anni di attività ha permesso di tradurre, mettere in scena e pubblicare il meglio della drammaturgia francese contemporanea contribuendo a farla apprezzare nel nostro Paese.

LEGGI    

A ruota libera … con Lucia Cassini.

Al Teatro Orazio di Napoli

Servizio di Maurizio Vitiello

Napoli – Solo Venerdì 4 gennaio 2013 si è prodotta Lucia Cassini nell´accogliente Teatro Orazio sulla collina di Posillipo, nella residenziale Via Orazio. Più che un´esperienza teatrale è stato un rapporto esistenziale tra platea e palcoscenico. Lucia Cassini in A ruota libera … il meglio di sé. Per aprire il nuovo anno, il Teatro Orazio si è concesso un tuffo nella tradizione e ha proposto una serata all´insegna dell´allegria: spettacolo, tombolata e brindisi augurale sono le tre linee lungo le quali si è ben mossa Lucia Cassini, qualificata artista.

LEGGI    

OSCAR WILDE, IL PROCESSO – progetto e regia di Roberto Azzurro

Castel Capuano,  Sala della Regina
Servizio di Maurizio Vitiello

Napoli - Tre anni per un sera d´autore. Tre anni ci sono voluti per "conquistare" per il teatro e per la cultura partenopea, ma non solo, uno spazio civile. Il 4 Gennaio 2012 resterà nella storia del teatro napoletano; a Castel Capuano, nella Saletta della Regina, il "focus" su OSCAR WILDE, IL PROCESSO ha avuto il suo "epicentro legale". Magnifico il progetto, palpitante la regia e concentrata l´interpretazione di Roberto Azzurro/Oscal Wilde, completamente coinvolto in una "messa in scena" emozionante. Non spalla, ma comprimario il bravissimo Pietro Pignatelli/Edward Carson.

LEGGI    

"BROADWAY IN RAVELLO BROADWAY HITS, PAST& PRESENT"

18-19-20 Gennaio AUDITORIUM "OSCAR NIEMEYER"

Salerno, Ravello - Realizzato grazie all´impegno ed al progetto dell´Associazione Culturale "L´Era della Stella Polare" e sostenuto da "Patrimonio Italiano", l´organismo internazionale di supporto alle istituzioni, giunge a Ravello, nell´ardita struttura dell´Auditorium  "Oscar Niemeyer" dal 18 al 20 gennaio 2013 alle ore 19.30, lo spettacolo "Broadway in Ravello- Broadway, Past & Present". Per tutti e nel nome della solidarietà, la possibilità di rivivere sulla costiera amalfitana, tra il bianco ravellese e le curve immaginate dal celebre architetto brasiliano per la sua costruzione da 400 posti , la grande emozione del musical americano che qui si trasferisce per tre giorni grazie anche all´attore  Ryan Patrick Binder, già tra i protagonisti di "Mamma Mia" e "West Side Story", da sempre di casa a Broadway.

LEGGI    

La resistenza del teatro d´autore: intervista a Fortunato Calvino

Servizio di Maddalena Porcelli

Affabile e generoso, Fortunato Calvino è a Napoli tra i maggiori esponenti di un teatro d´autore connotato da un grande impegno civile e sociale ed è veramente emozionante incontrarlo, per un´intervista, nel luogo in cui abita, i Quartieri Spagnoli, che più di ogni altro, forse, gli permette di descrivere la poliedricità dei  caratteri del suo popolo, rispetto al quale egli si pone con estrema delicatezza e amore. La sua onestà intellettuale gli impone di fondare un´identità tra il suo mondo e quello del popolo e gli pone il problema di elaborare i sentimenti popolari dopo averli fatti suoi. La notizia del giorno è la messinscena di CUORE NERO, rappresentato a novembre, al Teatro Filodrammatici di Milano, con il quale ha inaugurato la rassegna  "Illecite visioni". Il testo narra la storia d´amore tra Pietro e Tommaso, due killer affiliati della camorra ed è stato scritto nel 2006.

LEGGI    

TEMPESTA  - regia di Rosario Sparno

Al Teatro Mercadante di Napoli fino al 6 gennaio

Servizio di Antonio Tedesco

Napoli - Più che un´esperienza sensoriale in senso stretto, come per certi versi si alludeva prima dello spettacolo, questo allestimento di Tempesta, da Shakespeare, presentato al Teatro Mercadante di Napoli dallo stesso Teatro Stabile e dalla Compagnia Le Nuvole, e diretto da Rosario Sparno che è anche l´autore dell´adattamento, può definirsi, piuttosto, un´esperienza "rituale". Infatti il pubblico è chiamato, in un certo senso, a "concelebrare" insieme agli attori il rito della "messa in scena". Ciò avviene essenzialmente attraverso un percorso nel quale gli spettatori vengono guidati fino ai corridoi che portano alle spalle del palcoscenico, nei camerini e nel retropalco, dove vengono invitati a liberarsi delle scarpe prima di accedere a delle panche situate sul palcoscenico stesso, che è completamente ricoperto di uno spesso strato di sale.

LEGGI    

"…dal mito a +Infinito"  DAL 5 GENNAIO AL 23 MARZO MUSEO ARCHEOLOGICO DI PAESTUM

Rassegna Teatrale ideata per il sito Archeologico di Paestum

Salerno, Paestum - Con l´obiettivo di ridare vita al teatro nel "suo spazio naturale", ossia in seno alla polis di Paestum e con il preciso scopo di creare interesse culturale attorno alla millenaria località anche nei mesi invernali favorendo così un conseguente incremento turistico per tutto l´anno, il Museo Archeologico di Paestum e l´Accademia Magna Graecia presentano "…dal mito a +Infinito" la nuova Rassegna teatrale ideata e diretta dall´attrice e regista Sarah Falanga. Per tutti,  una serie di interessanti e coinvolgenti spettacoli capaci di stimolare la popolazione di Capaccio e dei Comuni immediatamente circostanti rendendoli così partecipi del grande tesoro culturale a loro disposizione.

LEGGI    

TRATTO DAL PROCESSO DI FRANZ KAFKA

K. IN SCENA AL TEATRO CIVICO 14, DAL 2 AL 4 GENNAIO 2013

Caserta – K. uno spettacolo di Roberto Solofra. Qualcuno doveva aver diffamato Josef K., perché, senza che avesse fatto nulla di male, una mattina venne arrestato. Napoli, i suoi vicoli, le sue canzoni, melodiche, neo-melodiche e a ´fronna´. Napoli dei miasmi maleodoranti, delle strade strette, delle vasole ´svasate´, dei panni stesi e dei guagliuni. Napoli come Praga, per un uomo come K., travolto dal suo destino, onirico, inconscio, ma ben presente, come sogno, come veggenza, come vita.

LEGGI    

ACQUASANTA DI EMMA DANTE

ALLA GALLERIA TOLEDO DAL 10 AL 20 GENNAIO

Napoli - "Aggio visto a barriera corallina… e ´u sole dirimpetto alla luna ca si lanciavano i raggi, li annodavano e li facevano scennere dintra ´o mare… aggio visto ´o mare ca pigliava colore… e un pesce spada ca teneva due spade… e ´na medusa gigantesca ca s´arravugliava nei raggi d´o sole e d´a luna. Un uomo si ancora sul palcoscenico, a prua di una nave immaginaria. Sta. Esperto nel manovrare gli ingranaggi che muovono la simulazione della nave, ´o Spicchiato si salva dalla finta burrasca che mette in scena per rievocare i ricordi della sua vita di mozzo. È imbarcato dall´età di 15 anni e da allora non scende dalla nave. Non crede alla terraferma, per lui è ´n´illusione. Sopra la sua testa pende il tempo del ricordo: una trentina di contaminati ticchettìano inesorabili. Poi suonano e tutto tace. Il mare smette di respirare e ´o Spicchiato rivive l´abbandono.

LEGGI    

PANTANI DI MARCO MARTINELLI

TEATRO NUOVO DI NAPOLI DAL 22 AL 27 GENNAIO

Napoli - 14 febbraio 2004: Marco Pantani viene ritrovato senza vita in un residence di Rimini. Aveva appena compiuto 34 anni. Dopo i trionfi al Giro d´Italia e al Tour de France, le accuse di doping a Madonna di Campiglio, rivelatesi poi infondate, lo hanno condotto a un lento ma inevitabile crollo psicologico fino a una morte forse tragicamente annunciata. Tra il campione adulato, l´icona di chi ha fatto rinascere il ciclismo come sport dell´impresa e della fantasia, e il morto di Rimini, che giaceva in mezzo alla cocaina nei panni di un vagabondo, vi è tutta la complessità di un´epoca al tempo stesso sublime e crudele che si esercita senza pudore. Senza vergogna.

LEGGI    

TEATRO COMUNALE DI CASERTA DAL 25 AL 27 GENNAIO

RICORDA CON RABBIA CON STEFANIA ROCCA E DANIELE RUSSO

Caserta  - Con Ricorda con rabbia di Osborne sono in scena le vicissitudini di un gruppo di ragazzi, le loro vicende personali e la storia d´amore dei due protagonisti ma la tragedia umana ´privata´ diviene paradigmatica di un´intera generazione. Un´inquietudine profonda, la frustrazione ed il senso d´ impotenza sono temi che ogni spettatore può riconoscere come propri, o in chi gli vive accanto, o nello sconosciuto che tutti i giorni prende con lui l´autobus e che improvvisamente esplode nella furia omicida. A suo tempo la pièce venne definita "manifesto di una generazione": oggi potremmo dire che ha preannunciato i nostri tempi ed è ancora il manifesto di chi si scontra con una società indifferente.

LEGGI    

GRISU´, GIUSEPPE E MARIA DI GIANNI CLEMENTI CON LA REGIA DI NICOLA PISTOIA

AL TEATRO BIONDO DALL´8 AL 13 GENNAIO 2013

Palermo - Grisù, Giuseppe e Maria, la pièce di uno dei più popolari drammaturghi italiani contemporanei viene messa in scena da Nicola Pistoia, regista e interprete principale assieme a Paolo Triestino. Siamo negli anni Cinquanta, in una piccola sagrestia di Pozzuoli, in un momento in cui l´Italia vive dei drammi di Marcinelle o dei sogni degli emigranti con le valigie di cartone legate con dello spago. I gesti di un´Italia semplice eppure incredibilmente sfaccettata rivivono così attraverso le divertenti vicende di un sacerdote, del suo eccentrico sagrestano e di tutte le anime buone e meno buone che girano intorno alla loro chiesa.

LEGGI    

DA RUDOLF ERICH RASPE I MIRACOLI DEL BARONE DI MÜNCHAUSEN AL TEATRO MASSIMO FINO AL 6 GENNAIO

Cagliari - Tratto dall´opera Le avventure del Barone di Munchausen del tedesco Rudolf Erich Raspe, tradotta e resa famosa in tutto il mondo, lo spettacolo è messo in scena dalla giovane regista cagliaritana Laura Pazzola selezionata dal Bando Giovani 2011 del Teatro Stabile della Sardegna. Il Barone è un personaggio realmente esistito, Karl Friedrich Hieronymus von Münchausen era il suo nome. Ex ufficiale in pensione, raccontò allo scrittore Rudolf Erich Raspe delle sue avventure meravigliose vissute in mare, in terra, in cielo e ben più lontano. Con la narrazione dei suoi straordinari viaggi, il Barone desiderava, secondo Raspe, "ridestare e far arrossire di vergogna il buon senso in coloro che l´avevano perduto di vista vuoi per pregiudizio vuoi per abitudine".

LEGGI    

TEATRO MERCADANTE DALL´8 AL 13 GENNAIO

OTELLO DI WILLIAM SHAKESPEARE

CON MASSIMO DAPPORTO E LA REGIA DI NANNI GARELLA

Napoli - A una coppia d´attori molto cari al pubblico, Massimo Dapporto e Maurizio Donadoni, è affidata l´interpretazione di due fra i personaggi più famosi sgorgati dalla penna del genio shakespeariano, Otello e Iago. "Shakespeare – dichiara Nanni Garella nelle note di regia – è l´unico autore, dopo i greci, che riesce a darci tragedie vere; e Otello, nella storia teatrale, è una delle poche vicende pienamente conosciute dal pubblico.

LEGGI    

TEATRO ORAZIO DAL 18 AL 20 GENNAIO 2013

NOI, LE RAGAZZE DEGLI ANNI 60 DI E CON GRAZIA SCUCCIMARRA

Napoli - Al Teatro Orazio un vero e proprio evento. Dopo 30 anni di assenza dalle scene napoletane, la sala di Posillipo è orgogliosa di ospitare una grande esponente del Teatro, Grazia Scuccimarra con "Noi, le ragazze degli anni 60". Dopo più di duemila repliche, è oggi considerato uno spettacolo "cult", un classico del teatro comico contemporaneo. Attualissimo per lucidità e vis comica, è un´ironica e pungente radiografia di quello che fu il modo di essere giovani negli anni 60 (un´epoca così piena di tradizioni e fermenti insieme), cioè del loro modo di amare, vestire, sognare, studiare, atteggiarsi, muoversi e fare politica.

LEGGI    

CON LICIA MAGLIETTA IL NAPOLI TEATRO FESTIVAL E´ APPRODATO A VARSAVIA

Il Napoli Teatro Festival Italia a Varsavia con Licia Maglietta. Venerdì 14 dicembre al Teatr Collegium Nobilium Akademia Teatralna, nell´ambito di un convegno dedicato a Elsa Morante nel centenario della nascita, organizzato dall´Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, dal Dipartimento di italianistica dell´Università, dal Centro Studi Famiglia Capponi di Firenze, l´attrice napoletana ha letto il brano Regina delle donne, tratto da L´isola di Arturo il romanzo ambientato a Procida con il quale la Morante vinse il Premio Strega nel 1957. La lettura era stata presentata nel corso della quinta edizione del Napoli Teatro Festival Italia.

 

LEGGI    

"Il teatro cerca casa" approda al Koan il 16 dicembre alle ore 18,30 con "Lucia Migliaccio"
Drammaturgia di Massimo Andrej, con Antonella Romano

Napoli - Il "teatro cerca casa" è una iniziativa finalizzata a trovare spazi alternativi a quelli istituzionali e più tradizionali, proponendo una modalità più intima di fruizione, dove l´espressione artistica facilita la condivisione emozionale, la vicinanza e l´interazione; lo spirito della iniziativa è molto in risonanza con i Percorsi del Work art, che svolgiamo in Koan, percorsi finalizzati a potenziare la creatività e le capacità relazionali. Il prezzo del biglietto di 10 euro, è destinato da "il teatro cerca casa" esclusivamente al lavoro degli artisti.

LEGGI    

MACBETH  di William Shakespeare con la regia di Andrea De Rosa

Al Teatro Bellini fino al 9 dicembre

Servizio di Antonio Tedesco

Napoli - Inizia come Mulholland Drive di David Lynch, con un gruppo di persone che ballano, in apparenza spensierate, al di là di una parete trasparente che rende vagamente evanescente l´immagine. Prosegue come uno psicodramma nel quale tutta la tragedia è interiorizzata nell´animo dei personaggi e l´azione, ridotta al minimo, ne è solo un riflesso simbolico. Andrea De Rosa, che cura la regia di questa versione del Macbeth, di William Shakespeare, in scena al Teatro Bellini, sgancia la tragedia dal suo contesto storico e ne scava, invece, le sue ragioni universali e, dunque, attuali in ogni tempo.

LEGGI    

Continua il successo di "Passione" al teatro Trianon

Servizio di Pino Cotarelli

Napoli - Il film di John Turturro nella sua riduzione teatrale, ideato da Arealive di Luca Nottola, anche produttore e da Federico Vacalepre sceneggiatore del film, non stanca mai il pubblico che accorre numeroso ogni volta che viene rappresentato. Nella prima di Martedì 4 dicembre al Trianon,  nonostante una pioggia sferzante su Napoli,  il pubblico è stato puntuale pur di non perdere uno  spettacolo rigorosamente live che offre  circa tre ore di ottima musica, con un parterre di artisti di grosso calibro alcuni dei quali già molto amati e seguiti da un pubblico eterogeneo nella sua composizione vista l´affluenza di giovani e di meno giovani: Pietra Montecorvino, Raiz, Jemes Senese, Enzo Gragnaniello, Peppe Barra, Cosimo Parlato,  Fausto Mesolella.

LEGGI    

<< Previous 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Next >>



<< Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next >>



 

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Homo Page