Lunedì, 03 Agosto 2020  

Sfoglia

 

Cerca:  

 

DARIO FO, MAESTRO E INVENTORE DEL TEATRO MODERNO

"Il teatro è sempre denuncia, In qualunque forma si faccia"

Milano - Il teatro è denuncia secondo Dario Fo, uno dei maggiori autori che ha rivoluzionato il modo di farlo non solo nella cultura italiana, ma a livello internazionale, volgarizzando quest´arte nobile sia per i contenuti che per le forma. Non a caso il suo modello è stato ripreso da autori rappresentativi del teatro contemporaneo di denuncia come ad esempio Marco Paolini. Perché, come afferma il Premio Nobel, "il teatro muta e si ricostruisce ogni secolo."

Tra qualche tempo lo rivedremo insieme a Giorgio Albertazzi in tv per concludere il ciclo sulla storia del teatro.

Polemico contro ogni forma di potere, quello più e quello meno censoreo, il messaggio che esprime e che vorrebbe far arrivare è di protesta, una protesta fatta di "onestà, partecipazione, informazione, per non andare con i paraocchi come questa società vorrebbe spingerci a fare."

 

 

Il suo teatro prima molto contestato oggi lodato. Che effetto fa?

 

Ma vede, una volta il potere contestava mettendo veti, imponendo censura. Adesso non può più farlo così apertamente. Anche se, lo vediamo oggi, questo governo tenta di farlo appena può.

 

A proposito di cambiamenti come trova sia mutato il teatro da quando ha iniziato a farlo?

 

Il teatro muta e si ricostruisce ogni secolo. Si pensi alla Commedia dell´Arte, il Seicento, gli Spagnoli e la censura, che da una parte è stata una fortuna per noi. Perché siamo stati costretti ad emigrare e questo ci ha costretti al confronto e da lì sono nati molti dei nostri prestigiosi talenti.

 

Qualche anno fa Lei aveva fatto con Giorgio Albertazzi una trasmissione sulla Storia del Teatro, andata in onda ad orari impossibili. Come mai, a parte qualche eccezione e seppure seguito, il teatro non viene messo in prima serata?

 

Dipende dai tempi; ad esempio, quando ho iniziato a farlo io c´era un governo socialista, che voleva far vedere che era aperto e così si faceva il teatro. Mistero Buffo l´hanno trasmesso per la prima volta in quegli anni.

In quanto alla trasmissione dovremmo proseguirla, proponendo l´Ottocento e il Novecento l´anno prossimo.  

 

Lei è stato un pioniere del teatro contemporaneo a usare nella commedia un nuovo linguaggio che fosse un atto di denuncia nei confronti dei potenti. Pensa sia ancora attuale un teatro di questo tipo?

 

 

Certo. Il teatro è sempre denuncia. In qualunque forma si faccia. Anche nelle commedie si mostrano valori di onestà, lealtà, rispetto.

 

L´epoca della globalizzazione ha cambiato molto il linguaggio. Che teatro vede per il domani? Quali saranno nuove tematiche protagoniste?

 

 

Il linguaggio della globalizzazione è molto generico, si va da quello delle banche usato negli affari a quello dei giovani a quello dello scrivere. In quanto alle tematiche, esse mutano, l´importante è che siano giuste.

 

Qual è il messaggio che vorrebbe far arrivare al pubblico con i suoi spettacoli?

 

 

Quello di sempre. Che si basi sull´onestà, sulla partecipazione. Per fare ciò bisogna essere informati e non andare avanti col paraocchi come questa società vorrebbe spingerci a fare.

 
Intervista di Laura Canevali




© RIPRODUZIONE RISERVATA 
 



"Lucia di Lammermoor" opera scritta per il San Carlo nel 1835, è il nuovo allestimento della Stagione Lirica 2011-12 del Teatro di San Carlo. Debutto venerdì 10 febbraio, alle ore 20.30

 

TAP DOGS al TEATRO VERDI di FIRENZE dal 10 al 12 febbraio
UNICA DATA IN TOSCANA

“AIDA” di Giuseppe Verdi al Teatro alla Scala dal 14 febbraio al 10 marzo 2012

TEATRO MARTINITT
Debutterà a Milano
la commedia scritta, diretta e interpretata da Marco Falaguasta: "SO TUTTO SULLE DONNE...vent´anni dopo" in scena dal 26 gennaio al 12 febbraio 2012

San Leucio - Caserta 3 e 4 Febbraio ore 21:00 5 Febbraio ore 19:00 OfficinaLab – Laboratorio permanente IPOTESI ESPRESSIVE presenta RISVEGLIO DI PRIMAVERA. Adattamento e regia di Michele Pagano. Tratto dall´opera di Frank Wedekind

 

Da giovedì 2 a domenica 12 febbraio al Ridotto del Mercadante di Napoli in scena lo spettacolo Pregiudizi convergenti con Antonella Stefanucci, testo e regia di Domenico Ciruzzi. Piccole, tragicomiche storie di cronaca giudiziaria

Tiziano Scarpa a teatro: "Circoparola per voce, attrezzi e tendini" dal 31 gennaio al 12 febbraio- Teatro Leonardo di Milano

Teatro degli Arcimboldi di Milano BALLET PRELJOCAJ Suivront mille ans de calme Venerdì 17 e sabato 18 febbraio 2012 ore 21:00

Milano - Musical Emotion in collaborazione con Teatro Nuovo Ferrara presenta GIULIETTA E ROMEO LIVE 3D Liberamente ispirato a Romeo e Giulietta di William Shakespeare. Testi e libretto Massimo Smith – Musiche Bruno Coli – Coreografie Ilir Shaquiri. Regia Claudio Insegno

 

Isa Danieli al Teatro Mercadante di Napoli con lo spettacolo di Ugo Chiti L´Abissina Paesaggio con figure. In scena da mercoledì 8 a domenica 19 febbraio

Martedì 31 gennaio: Arturo Cirillo regista e interprete con Sandro Lombardi e Sabrina Scuccimarra in "La Morsa" di Luigi Pirandello, al Teatro Nuovo di Napoli‏

Auditorium Parco della Musica di Roma
Scienza e musica si incontrano. Quattro duetti fra ricercatori e musicisti

Roma - La scienza incontra la musica in quattro serate a Roma, in programma da febbraio ad aprile nelle sale dell´Auditorium Parco della Musica di Roma. Grandi protagonisti del mondo scientifico e artistico metteranno in scena duetti creativi ispirati alle discipline del quadrivio medievale: aritmentica, geometria, astronomia e musica. «La sfida è dimostrare che esistono margini di coincidenze tra questi due mondi... leggi

Teatro della Caduta di Torino presenta LEOPARDI SHOCK Storia intima del nostro tempo di e con Lorena Senestro, teatro Sancarluccio dal 2 al 5 febbraio. Guarda il video

Le Pecore Nere srl presenta la compagnia Virus Teatrali in "LE PREZIOSE RIDICOLE" (o "La Prova di Furfantino") di Molière

Caserta - "LE PREZIOSE RIDICOLE" adattamento e regia di Giovanni Meola

con Melania Balsamo, Luigi Credendino, Sara Missaglia, Enrico Ottaviano, Alessandro Palladino, Chiara Vitiello. Sabato 28 gennaio 2012 - ore 21:00 domenica 29 gennaio 2012 - ore 19:00

Teatro CIVICO 14 – vicolo F. Della Ratta, 14 – CASERTA ingresso intero euro 10,00 – ridotto euro 7,00

Orchestra Filarmonica Italiana

STAGIONE D´OPERA 2012 AL TEATRO CARDINAL MASSAIA

Serata inaugurale venerdì 27 gennaio con La Traviata

Torino - Si parte con La Traviata il 27 gennaio e si prosegue con Madama Butterfly il 17 febbraio, Tosca il 23 marzo, Nabucco il 20 aprile, Il Barbiere di Siviglia l´11 maggio. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21 e verranno replicati in altre città come Ivrea, Ventimiglia e Mantova.

TEATRO DI SAN CARLO
Venerdì 27 gennaio, ore 20.30
CONCERTO DELLA MEMORIA
Ensemble Strumentale e Coro del Teatro di San Carlo, direttore Salvatore Caputo, voce recitante Ugo Maria Morosi; soprano Eteri Gvazava; baritono Georg Nigl; organo Riccardo Fiorentino

 

Torino Teatro Carignano

7 - 12 febbraio 2012

DICERIA DELL´UNTORE

dal romanzo di Gesualdo Bufalino pubblicato da Bompiani, adattamento teatrale e regia Vincenzo Pirrotta, con Luigi Lo Cascio e Vincenzo Pirrotta

Gran Ballo de La Cavalchina 2012

Venezia – Teatro La Fenice Sabato 18 febbraio 2012 ore 20.30 Gran Ballo de La Cavalchina l´evento più spettacolare ed esclusivo del Carnevale veneziano. Regista e coordinatore generale della serata Matteo Corvino

 

TEATRO STABILE DI TORINO

Debutta in prima nazionale MALAPOLVERE veleni e antidoti per l´invisibile

Teatro Gobetti 31 gennaio - 12 febbraio

Torino - Martedì 31 gennaio 2012, alle ore 19.30, al Teatro Gobetti (Via Rossini, 12) il Teatro Stabile di Torino e l´Associazione culturale Muse presentano in prima nazionale MALAPOLVERE - veleni e antidoti per l´invisibile un progetto di Laura Curino, Lucio Diana, Alessandro Bigatti, Elisa Zanino scritto e interpretato da Laura Curino. Il titolo e lo spettacolo sono stati ispirati dalla lettura del libro Mala polvere di Silvana Mossano (Ed. Sonda, 2010). Malapolvere sarà replicato al Teatro Gobetti fino al 12 febbraio 2012. LEGGI

TRAVOLTO DA UNA MOTOCICLETTA MENTRE ATTRAVERSAVA LA STRADA

COSI´ MUORE A 76 ANNI THEO ANGELOPOULOS


Uno dei più grandi registi europei del Novecento, Theo Angelopoulos, è morto ad Atene dopo un incidente stradale. Orso d´oro a Berlino nel 1977 per «I cacciatori», Palma d´oro a Cannes per «L´eternità e un giorno» (1998) e Leone d´Argento al Festival del cinema di Venezia per «Paesaggio nella nebbia» (1988), nel 2009 aveva firmato il lavoro "La Polvere del tempo" e aveva in mente un nuovo lavoro basato sulla crisi greca, questione che aveva carpito la sua sensibilità. Il film si doveva chiamare "L´alto mare", e come attore protagonista maschile Angelopoulos aveva scelto Toni Servillo. a.c.

 



 

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Homo Page