Domenica, 25 Ottobre 2020  
                                                   

Cerca:  

 

IN MEMORIA - 63 ANNI DOPO

Irena Sendler  

Poco tempo fa è venuta a mancare  una signora di 98 anni di nome Irena. Durante la seconda guerra mondiale, Irena, ha ottenuto il permesso di lavorare nel ghetto di Varsavia, come Idraulica specialista. Aveva un ´ulteriore motivo´.
Era al corrente dei piani che i nazisti avevano per gli ebrei (essendo tedesca). Irena portò in salvo migliaia di neonati nascondendoli nel fondo della sua cassetta degli attrezzi che portava
nel retro del suo camion.
I bambini più grandi li nascondeva in un sacco di iuta ... Teneva anche un cane nel retro del camion, che aveva addestrato ad abbaiare quando i soldati nazisti

entravano e uscivano dal ghetto.
I soldati, naturalmente, temevano il cane e il suo latrato copriva il pianto dei bambini.
Durante tutto questo tempo, è riuscita a salvare 2500 tra bambini e neonati.
Fu catturata, e i nazisti le ruppero entrambe le gambe e le braccia picchiandola selvaggiamente.
Irena tenne un registro dei nomi di tutti i ragazzi che clandestinamente aveva portato fuori dai confini

e lo teneva in un barattolo di vetro, sepolto sotto un albero nel suo cortile.
Dopo la guerra, cercò di rintracciare tutti i genitori che potessero essere sopravvissuti per riunire le famiglie.
La maggior parte di loro erano stati gasati. Irena ha continuato a prendersi cura di questi ragazzi, mettendoli in case famiglia

o trovando loro famiglie affidatarie o adottive.

L´anno scorso Irena è stata proposta per il Premio Nobel della Pace.
Non è stata nominata.





    TUFANO ELETTRODOMESTICI




Exit Mundi
in prima mondiale a Bari l´opera commissionata dalla Fondazione Petruzzelli

Sabato 17 settembre alle 21.00 il Petruzzelli sarà palcoscenico ideale di un evento straordinario: la prima assoluta di Exit Mundi la "Cantata per soprano, tenore, baritono, voce bianca, pianoforti, percussioni, coro ed orchestra" su musica di Giovanni Tamborrino
Napoli Taranta Festival
13 e 14 settembre 2011, ore 21.00 Cortile Maschio Angioino
La manifestazione, destinata a diventare un appuntamento fisso nei prossimi anni, è stata fortemente voluta dal Sindaco del Comune di Napoli Luigi De Magistris e dall´Assessore alla Cultura Antonella Di Nocera.
La direzione artistica è affidata ad Eugenio Bennato.