Domenica, 28 Febbraio 2021  
                                                   

Cerca:  

 

Sala Teatro Ichos

"Denuncia alla vita" scritto, diretto e interpretato da Alessandro Mele

 Dal 28 al 30 ottobre

Napoli - Alessandro Mele autore, interprete e regista approda all´elaborazione di questo monologo dopo aver fatto un attento studio sulla società contemporanea e dopo aver esaminato con occhio critico e sensibile i rapporti interpersonali, teso ad emozionare ma soprattutto a mandare un messaggio che possa far riscoprire i valori perduti o dimenticati.

 A tal fine propone ad un pubblico eterogeneo un teatro di "impegno civile" che abbia la capacità e il potere di provocare, stimolare, e risvegliare le coscienze morali sempre più assopite dai meccanismi occulti della società in cui "sopravviviamo" "Denuncia alla Vita" è un concentrato di tematiche a sfondo sociale in cui si narra la storia di un ragazzo di 25 anni che la notte della vigilia di Natale sporge la denuncia più importante della sua vita: confessa il proprio disagio nel relazionarsi con altre persone, toccando alcuni argomenti vertice come la famiglia, le donne, l´amicizia, usando un linguaggio semplice ma incisivo, a tratti graffiante.

 

SALA TEATRO ICHOS

Via Principe di Sannicandro 32/A

San Giovanni a Teduccio Napoli

 Info : 081275945

 








    TUFANO ELETTRODOMESTICI



Teatro Sancarluccio 12 gennaio "Nel nome del padre" con Terry Paternoster

Napoli - FINALISTA PREMIO CALCANTE - SIAE PER LA DRAMMATURGIA 2011. "Una donna quando nasce è già una donna, anche se agli occhi di una mamma è sempre una bambina". Un monologo acuto e struggente che vede l´attrice-autrice incarnare tre generazioni di donne, vittime di una violenza efferata e crudele che si consuma fra le mura domestiche; una violenza taciuta, intorno a cui si costruiscono menzogne e tormenti. leggi  guarda il video

ANTIGONE OVVERO UNA STRATEGIA DEL RITO (CTB Teatro Stabile di Brescia in collaborazione con Le Belle Bandiere) in programmazione il 26 gennaio per RIVOLI TEATRO 11.12.
I CORSIVI DI ELDORADO
Appartenimmo ´a morte (dell´Arte)!
Niente, non ci sta da far Niente. Sono impegnato tutto il giorno a non far Niente. E´ dura, ma cerco di non fare Niente. Non bisogna far assolutamente Nulla, dico nulla, una parola sola. E basta! Bisogna rispettare i tempi. Specie se si va a "che tempo che fa", da Fabio Fazio, il sabato sera. Lo consiglia, anche agli irriducibili architetti nostrani d´età accademica inoltrata, Ettore Scola, un grande vecchio del nostro cinema che fu. leggi