Mercoledì, 26 Febbraio 2020  
                                                   

Cerca:  

 
TEATRO BELLINI CATANIA
LIRICA: "CENERENTOLA"
DAL 7 AL 12 GIUGNO

Catania - “Cenerentola” di Sergej Prokofiev, andrà in scena dal 7 al 12 giugno prossimi, quinto appuntamento della Stagione Lirica 2011 del Teatro Massimo Bellini.
Il balletto sarà portato in scena da una delle compagnie attualmente più importanti nel panorama europeo, quella di Les Ballets de Monte-Carlo diretta dal celebre coreografo Jean-Christophe Maillot.
Oltre alle consuete sette recite in abbonamento, per “Cenerentola” è previsto anche un turno “fuori abbonamento” che si terrà sabato 11 giugno alle ore 21 e per il quale sono disponibili posti in ogni ordine del teatro.
Il botteghino è aperto tutte le mattine dei giorni feriali con orario 9,30-12,30. L’apertura pomeridiana è prevista dal martedi al venerdi, con orario 17-19. Nei giorni di recita (come nel caso dei giorni prossimi quando sarà in scena “Il barbiere di Siviglia” di Rossini) l’apertura pomeridiana avverrà un’ora prima dello spettacolo. Infoline 095 7150921  -   095 7150921     
sito internet www.teatromassimobellini.it.





TUFANO ELETTRODOMESTICI




Teatro Sancarluccio 12 gennaio "Nel nome del padre" con Terry Paternoster

Napoli - FINALISTA PREMIO CALCANTE - SIAE PER LA DRAMMATURGIA 2011. "Una donna quando nasce è già una donna, anche se agli occhi di una mamma è sempre una bambina". Un monologo acuto e struggente che vede l´attrice-autrice incarnare tre generazioni di donne, vittime di una violenza efferata e crudele che si consuma fra le mura domestiche; una violenza taciuta, intorno a cui si costruiscono menzogne e tormenti. leggi  guarda il video

ANTIGONE OVVERO UNA STRATEGIA DEL RITO (CTB Teatro Stabile di Brescia in collaborazione con Le Belle Bandiere) in programmazione il 26 gennaio per RIVOLI TEATRO 11.12.
I CORSIVI DI ELDORADO
Appartenimmo ´a morte (dell´Arte)!
Niente, … non ci sta da far Niente. Sono impegnato tutto il giorno a non far Niente. E´ dura, ma cerco di non fare Niente. Non bisogna far assolutamente Nulla, dico nulla, una parola sola. E basta! Bisogna rispettare i tempi. Specie se si va a "che tempo che fa", da Fabio Fazio, il sabato sera. Lo consiglia, anche agli irriducibili architetti nostrani d´età accademica inoltrata, Ettore Scola, un grande vecchio del nostro cinema che fu. leggi