Martedì, 20 Ottobre 2020  
                                                   

Cerca:  

 

Teatro Spazio Libero

dal 29 novembre al 2 dicembre 2012

M (Morte) di Woody Allen con la regia di Vittorio Adinolfi

Napoli - "M" narra la storia di Kleiman, che in piena notte viene buttato giù dal letto da un gruppo di vigilantes isterici che danno la caccia ad un assassino, un maniaco che terrorizza la città. I vigilantes hanno un piano, di cui ciascuno di loro conosce solo la propria parte, Kleiman non sa cosa fare ma spera unicamente di non trovarsi di fronte all´assassino. La sua notte diventa una fantastica successione di episodi surreali dove si trova a doversi difendere dall´isteria della gente della città. La storia del povero Kleinman deriva dall´omonimo film di Fritz Lang.

Allen ci mette di suo lo stile inconfondibile, che mescola filosofia e comicità.

Lo spettacolo è un "incontro" tra cinema e teatro con una riflessione sulla"fine" ed è ambientato in "surreali" anni 20 tra strambi personaggi.

Gli attori indossando costumi disegnati e realizzata da Mad, la Direzione Artistica del progetto è curata da Nicola Guarino.

 

Teatro Spazio Libero

dal 29 novembre al 2 dicembre 2012

M (Morte) di Woody Allen.

Con Nicola Guarino, Marcello Cozzolino, Angela Rosa D´Auria, Vito Marotta, Francesco Pace, Marco Pesacane e con Marco Cavalli e Diego Sommaripa

Adattamento e Regia Vittorio Adinolfi

 

 

Vittorio Adinolfi nasce a Napoli il 16 ottobre 1970. Scrittore e regista di teatro dal 1991. Nel 1993 vince il premio Tondelli per la drammaturgia. Ha scritto più di 20 testi teatrali, quasi tutti rappresentati. Collabora con alcuni registi teatrali, esponenti delle avanguardie teatrali napoletane, come Vittorio Lucariello e Mario Santella. Nel 1996 gira i suoi primi cortometraggi: "L´agonia del giorno" e "Le cose da fare". Nel 2001, insieme ai suoi collaboratori, fa nascere la compagnia Dissolvenze Incrociate, che produce spettacoli teatrali e video. Dal 2007 gira webseries: La sua prima webseries è "Nea Polis 001: The Rise", che esordisce sul sito creato dallo stesso Adinolfi, www.wuzu.it, e prodotto da Dissolvenze Incrociate. Nell´aprile 2010 crea il programma televisivo "Informale", nell´ottobre dello stesso anno, "Vittorio e i fumetti", e a dicembre, sempre del 2010, il programma "Volevo fare uno show all´americana", tutti in onda su Area Blu TV e su youtube. Nel marzo 2011, NEA POLIS 001: THE RISE, la sua prima webseries viene selezionata tra le migliori webseries del mondo al LaWebFest 2011, di Los Angeles. Nel gennaio 2012, scrive e dirige una serie televisiva in 5 puntate per Quarto Canale Flegreo dal titolo "IMBROGLIONI!". E nel marzo 2012, WIZARD! - BOOK 1: THE SECRET WAR, viene selezionata tra le migliori webseries del mondo al LaWebFest 2012, di Los Angeles e vince come miglior serie drammatica.

 

Ingresso - 7,00

Programmazione:

giovedì venerdì sabato ore 21.30

domenica ore 18.30

Info e prenotazioni:

081 40 27 12 347 69 65 152



Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google




 



TEATRO STABILE DI TORINO

Debutta in prima nazionale MALAPOLVERE veleni e antidoti per l´invisibile

Teatro Gobetti 31 gennaio - 12 febbraio

Torino - Martedì 31 gennaio 2012, alle ore 19.30, al Teatro Gobetti (Via Rossini, 12) il Teatro Stabile di Torino e l´Associazione culturale Muse presentano in prima nazionale MALAPOLVERE - veleni e antidoti per l´invisibile un progetto di Laura Curino, Lucio Diana, Alessandro Bigatti, Elisa Zanino scritto e interpretato da Laura Curino. Il titolo e lo spettacolo sono stati ispirati dalla lettura del libro Mala polvere di Silvana Mossano (Ed. Sonda, 2010). Malapolvere sarà replicato al Teatro Gobetti fino al 12 febbraio 2012. LEGGI

TRAVOLTO DA UNA MOTOCICLETTA MENTRE ATTRAVERSAVA LA STRADA

COSI´ MUORE A 76 ANNI THEO ANGELOPOULOS


Uno dei più grandi registi europei del Novecento, Theo Angelopoulos, è morto ad Atene dopo un incidente stradale. Orso d´oro a Berlino nel 1977 per «I cacciatori», Palma d´oro a Cannes per «L´eternità e un giorno» (1998) e Leone d´Argento al Festival del cinema di Venezia per «Paesaggio nella nebbia» (1988), nel 2009 aveva firmato il lavoro "La Polvere del tempo" e aveva in mente un nuovo lavoro basato sulla crisi greca, questione che aveva carpito la sua sensibilità. Il film si doveva chiamare "L´alto mare", e come attore protagonista maschile Angelopoulos aveva scelto Toni Servillo. a.c.

 

Luigi De Filippo assume la direzione artistica del Teatro Parioli di Roma

"Perché a Roma e non a Napoli? Non per fare un "dispetto" a Napoli, ma perché qui mi è stata offerta questa opportunità"

Roma, 16 settembre 2011 - Cari Amici, da qualche giorno ho assunto la Direzione Artistica del Teatro Parioli di Roma che dedico a mio padre Peppino De Filippo, grande attore e commediografo. Perché a Roma e non a Napoli? Non per fare un "dispetto" a Napoli, ma perché qui mi è stata offerta questa opportunità ed allora ho voluto rendere omaggio alla fantasia ed alla creatività artistica della mia città, unica e non omologabile, e che qui a Roma ha sempre ricevuto simpatia e consensi A noi De Filippo la nostra cara Napoli ci ha dato i natali e l´ispirazione, Roma ha consacrato i nostri successi. leggi