Sabato, 18 Gennaio 2020  
                                                   

Cerca:  

 

Successo al teatro Cilea della esilarante commedia “Questo bimbo a chi lo dò” scritta e diretta da Edoardo Tartaglia

Servizio di Pino Cotarelli


Napoli - L’affluenza di pubblico alla divertente commedia in programmazione al teatro Cilea fino al 20 gennaio, conferma Edoardo Tartaglia come uno degli autori di spicco del teatro comico napoletano e consolida la riuscitissima accoppiata - Edoardo Tartaglia/Valeria Mazza - che attraverso la complicità e l’affiatamento di anni, riesce questa volta a coinvolgere il pubblico su problematiche etiche cosiddette “serie” come la “procreazione assistita”, che condita da ilarità tipicamente partenopea e da innumerevoli equivoci ai quali si presta la necessità di una scelta del genere, rappresenta una ottima ed esplosiva mistura per una serata di divertimento intelligente e rilassante.

E’ la storia di due coppie, una modesta (Tartaglia/Mazza), che si presta alla procreazione assistita per denaro, l’altra molto ricca e nota (Sarcinelli/Nardini), che preferisce pagare “l’utero in affitto”  pur di non guastare la forma estetica del corpo fonte di guadagno molto ben “curata” da un singolare procuratore (Peppe Miale). Il medico (Tullio Del Matto) depositario della verità sulla capacità generativa delle due coppie, bada solo al denaro probabilmente conosce poco la “procreazione assistita” o non ha mai avuto intenzione di effettuarla. La mamma di (Edoardo Tartaglia) Anna Fiorelli desidererebbe un nipote con i sistemi classici ma non va d’accordo con la nuora (Mazza). Il bimbo sarà concepito? A chi andrà? Ma poi di chi è?   Bisogna andare a vedere lo spettacolo per capirci qualcosa sempre che non vi fate distrarre dalle troppe risate…

Il pubblico del teatro Cilea ha apprezzato e si è divertito molto; merito di una ottima compagnia che ormai lavora con Edoardo Tartaglia da anni: Peppe Miale, Stefano Sarcinelli, la partecipazione per questa volta di uno straordinario Tullio Del Matto oltre a Anna Fiorelli e Helene Nardini.

La scenografia essenziale di Luigi Ferrigno, con i suoi due livelli di struttura leggera e dai colori tenui che rappresentava la Clinica Primo Sorriso. Musiche di  Ninni Maria Lori che hanno ben caratterizzato il susseguirsi delle scene. I Costumi di Annalisa Giacci di epoca contemporanea.

Una commedia  dal sapore antico e tradizionale, che riesce a far dimenticare il mondo che gira vorticosamente e le sue problematiche economiche; spettacolo da non perdere se volete ricaricare le batterie di buon umore energetico.

 

14 – 01 - 2013




© RIPRODUZIONE RISERVATA




Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google










Morto Arnoldo Foà, aveva 98 anni: protagonista del ´900 dal teatro alla tv

L´actualité du mois et le programme des Théâtres Parisiens Associés Venez découvrir les pièces des Theatresparisiensassocies.com !

Venezia - HEDDA GABLER di Henrik Ibsen AL TEATRO GOLDONI DI VENEZIA | 8-12 gennaio 2014þ con Manuela Mandracchia, Luciano Roman, Jacopo Venturiero, Simonetta Cartia,Federica Rosellini, Massimo Nicolini, Laura Piazza