Domenica, 15 Dicembre 2019  
                                                   

Cerca:  

 

"E FUORI NEVICA" di Vincenzo Salemme

Al teatro Delle Palme di Napoli fino al 1 gennaio 2013

Servizio di Mario Migliaccio

Napoli - "E fuori Nevica" è commedia in due atti, scritta e diretta da Vincenzo Salemme nel 1995, ma a lui ispirata da Enzo Iacchetti. A distanza di anni, Salemme, in "E fuori nevica", affida quello che fu il suo ruolo e quello degli altri tre interpreti ad un nuovo brillante cast, degno di tale eredità: Giovanni Esposito, Mario Porfito, Francesco Procopio, Andrea Di Maria. Con loro lo spettacolo torna a raccontare la storia divertente e tenera di tre fratelli: Enzo, Cico, Stefano. Enzo (Andrea di Maria), musicista di scarso livello che torna nel suo luogo natio, dopo che all´età di 18 anni, va via di casa per cercare fortuna con quella che è la sua grande passione, la musica. Cico (Giovanni Esposito), affetto da una strana forma di autismo, è il personaggio più emblematico della commedia, poiché alterna momenti di assoluta fanciullezza e spensieratezza, a momenti in cui ragiona perfettamente mettendo spesso e volentieri in difficoltà i due fratelli. Stefano (Francesco Procopio), invece, è "il normale", ossessionato da un eccessivo senso di responsabilità, dato che a breve è previsto il suo matrimonio con Nora. Costretti a vivere sotto lo stesso tetto per decisione testamentaria della madre morta da poco (pena la perdita dell´eredità), i due fratelli, Enzo e Stefano, fanno buon viso a cattivo gioco accettando la convivenza forzata in una sorta di casa-prigione con il terzo fratello, Cico. Lentamente, lo stato mentale di Cico, pervade l´intera casa, coinvolgendo anche gli altri due fratelli. E´ come se quello stato di follia passasse da Cico al resto della famiglia, tanto che Enzo e Stefano vengono presi per pazzi dal notaio (Mario Porfito), il quale, dopo il loro incontro, va via ormai distrutto e del tutto sorpreso da quanto accade in quella casa. Questo l´incipit della commedia, tutta giocata sulle difficoltà di una convivenza difficile e sull´incompatibilità di tre caratteri così diversi tra loro. Rispetto alla commedia portata in scena nel 1995, il testo è stato un pò riadattato all´epoca moderna, con qualche battuta che si riferisce a vari argomenti (situazione economica, gomorra, CSI). Tra gli attori stessi c´è una grandissima complicità che tiene lo spettacolo su ritmi molto alti, questo può essere soltanto un grande punto a loro favore, vista l´assenza di tempi morti in scena. Da notare poi, è il particolare della fotografia di Salemme che si trova in scena. E´ come se il regista, non presente sul palcoscenico, volesse comunque farvi parte e supervisionare tutto quello che accade in scena dalla scena stessa. Da apprezzare è anche il finale, che con un bel gioco di luci e suoni, tiene per qualche minuto lo spettatore con il fiato sospeso, in attesa della conclusione. In sostanza, "E fuori nevica" è una commedia senza tempo. Una storia che parla di famiglia, affetto e tolleranza. Si parla della diversità senza prendersene gioco, anzi, ridicolizzando gli aspetti della cosiddetta normalità. Molto dura, quindi, la sfida per questo nuovo cast, visto che si sta parlando di una commedia che a Napoli è un vero e proprio "cult", e soprattutto, di una commedia che a suo tempo, ha lanciato quattro attori che hanno rappresentato ed ancora oggi rappresentano motivo di vanto per l´intera città di Napoli. La commedia in se, ha però un valore che va al di là degli artisti che l´hanno resa famosa. Il successo di una commedia, naturalmente, dipende da un insieme di cose ma anche grazie a questo nuovo cast, ci sono tutte le carte in regola per "scassare" (così come dice Enzo parlando della sua canzone "Pazziatata" che, nella storia, vorrebbe portare a San Remo).

23 dicembre 2012

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google










Morto Arnoldo Foà, aveva 98 anni: protagonista del ´900 dal teatro alla tv

L´actualité du mois et le programme des Théātres Parisiens Associés Venez découvrir les pièces des Theatresparisiensassocies.com !

Venezia - HEDDA GABLER di Henrik Ibsen AL TEATRO GOLDONI DI VENEZIA | 8-12 gennaio 2014ž con Manuela Mandracchia, Luciano Roman, Jacopo Venturiero, Simonetta Cartia,Federica Rosellini, Massimo Nicolini, Laura Piazza