Domenica, 20 Settembre 2020  
                                                   

Cerca:  

 

Al Teatro Manzoni di Milano Iannuzzo e Zanetti insieme per divertirci

Servizio di Giuliana de Antonellis

Milano - Esiste ancora in momenti come quelli che stiamo vivendo la voglia di ridere e far ridere lo spettatore? Si! Ci riesce benissimo Gianfranco Iannuzzo in “Cercasi tenore” in scena al Teatro Manzoni di Milano sino al 26 febbraio, uno spettacolo che si preannuncia come l’evento comico dell’anno e che riporta in Italia un testo che a Broadway è rimasto in scena ininterrottamente per due anni.

Gianfranco Iannuzzo, attore dalle grandissime capacità istrioniche, mostra tutta la sua forza teatrale in un personaggio esilarante, affiancato da un cast di eccellenza e di grande esperienza,  uniti in uno spettacolo che lascia senza fiato per le continue risate e l’avvicendarsi di una storia concertata con incredibile perfezione drammaturgica.
Siamo negli anni ’30, la vicenda ruota attorno a Max aspirante ed incerto cantante lirico che in qualità di assistente affianca un direttore senza scrupoli di teatro d’opera di provincia. Grandi fermenti agitano gli animi dei protagonisti per l’arrivo di un tenore di fama mondiale di rara bravura, tanto da essere soprannominato “lo stupendo”, che interpreterà Otello. Cosa accade però quando a poche ore dallo spettacolo il grande artista soccombe ad un potente mix di alcool e sedativi? Tutto precipita in un esilarante vortice di fraintendimenti, scambi di persona, doppi sensi mal interpretati, vulcaniche gags che strappano allo spettatore risate a non finire. Sul palcoscenico  una brava Claudia Coli, un divertente Federico Pacifici, una spiritosa Stefania Papirio, supportati dalla magnifica scenografia di Rubertelli e i costumi anni ’30, divertono il pubblico insieme agli altri attori (Miconi, Medina, Apolloni, Bagatella) dando un quadro d’insieme degno  di un grande teatro.
Geniale e convincente la regia di Zanetti, già noto come attore, che ha voluto mettere in scena  non  solo una bella rappresentazione piena di divertimento e classe ma anche sottolineare come il teatro, in un momento di crisi come questo che drammaticamente sta attraversando, debba investire in progetti e in qualità.


(15 febbraio 2012)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google








TUFANO ELETTRODOMESTICI










Morto Arnoldo Foà, aveva 98 anni: protagonista del ´900 dal teatro alla tv

L´actualité du mois et le programme des Théâtres Parisiens Associés Venez découvrir les pièces des Theatresparisiensassocies.com !

Venezia - HEDDA GABLER di Henrik Ibsen AL TEATRO GOLDONI DI VENEZIA | 8-12 gennaio 2014þ con Manuela Mandracchia, Luciano Roman, Jacopo Venturiero, Simonetta Cartia,Federica Rosellini, Massimo Nicolini, Laura Piazza