Mercoledì, 11 Dicembre 2019  
                                                   

Cerca:  

 

"SPIRITO ALLEGRO" AL TEATRO LE MASCHERE  DI ROMA

Servizio di Guerino Caccavale

Roma. Commedia di Noel Coward rappresentata la prima volta durante la seconda guerra mondiale e continuamente riproposta sui palchi di tutto il mondo, "Spirito Allegro" è in scena sino al 29 maggio nell´intimità trasteverina del Teatro Le Maschere. Per l´occasione il testo, in sé ironico e spassoso, si trasferisce sul palco attraverso la compagnia  "Vieni a teatro" e la regia di Biagio Laterza.

Da segnalare un apprezzabile gesto: il ricavato dello spettacolo sarà devoluto all´associazione dream Comunità di Sant´Egidio.
Sullo sfondo vi è la Roma anni ´60, contagiata dalla dolce vita, dominata da perbenismo e rispetto delle formalità. Tutto riprende quell´epoca: la scena,  le musiche, i costumi. La rappresentazione si svolge per tutta la durata in un salotto di una casa di campagna di proprietà dei coniugi Grimaldi, Carlo, scrittore di romanzi gialli, e Flaminia.
Carlo, interpretato da Mario Caporali, avendo smarrito l´ispirazione per scrivere un nuovo libro, invita a cena una stravagante medium, Madame Arcati, una bizzarra Maria Gioni, ed organizza una seduta spiritica alla quale partecipano anche i suoi vicini di casa, i coniugi Martinelli.
Ritroverà la sua vena artistica? L´unica certezza è che, per le pratiche a dir poco goffe e confusionarie di Madame Arcati, viene evocato (e compare!) lo spirito della sua prima moglie, Elvira (l´eterea Rosita Pilozzi), morta sette anni prima, mai dimenticata e sempre nel suo cuore. Ogni tentativo fatto dalla sedicente medium per scacciarla è inutile e a Carlo, in fondo,  ciò non dispiace: potrà così vivere contemporaneamente accanto alle sue due mogli, una in carne e ossa, l´altra impalpabile ma visibilissima!
Elvira, spiritello brioso quanto dispettoso, vuole Carlo tutto per sé ed escogita un piano che presto mette in pratica: tagliare i freni della sua auto in modo che Carlo torni con lei nella sua dimensione incorporea. Malauguratamente la macchina la prende Flaminia dimodochè gli spiriti diventano due e si stabilizzano a casa del povero scrittore che, stremato dai loro continui battibecchi, sarà costretto a prendere una drastica decisione.
"Spirito allegro" in questa versione "romana" è ben allestito: gli attori rappresentano in modo attendibile e brillante personaggi altolocati, benpensanti e stressati dalle convenzioni sociali. Biagio Laterza, che cura anche l´adattamento, non fa altro che esaltare i caratteri di ogni personaggio: lo stile british di Carlo, la gelosia di Flaminia, l´isterismo della signora Martinelli, l´eccentricità di Madame Arcati, l´ignoranza del dotttor Martinelli, l´arguzia di Elvira.
La commedia è piacevole e più che far sorridere della morte, offre un quadro sferzante dell´alta borghesia degli anni ´60, arida di cuore e sopraffatta dalla monotonia e dall´egoismo. Da eliminare qualche piccola imperfezione nella recitazione, infatti in qualche occasione non c´è piena padronanza del testo anche se, nonostante ciò, traspare il giusto affiatamento, il massimo impegno e l´amore per il teatro in un gruppo collaudato qual è la compagnia Vieni a teatro.
La scena e i costumi sono dominati da colori vivi e le luci li risaltano: il merito è anche dello stesso ambiente che offre il Teatro Le Maschere, che è di per sé un laboratorio aperto a tutti ed un  piccolo paese dei balocchi per  piccini, giovani e adulti, in cui si può fare, spensieratamente, teatro.

(28-5-2011)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA





TUFANO ELETTRODOMESTICI










Morto Arnoldo Foà, aveva 98 anni: protagonista del ´900 dal teatro alla tv

L´actualité du mois et le programme des Théātres Parisiens Associés Venez découvrir les pièces des Theatresparisiensassocies.com !

Venezia - HEDDA GABLER di Henrik Ibsen AL TEATRO GOLDONI DI VENEZIA | 8-12 gennaio 2014ž con Manuela Mandracchia, Luciano Roman, Jacopo Venturiero, Simonetta Cartia,Federica Rosellini, Massimo Nicolini, Laura Piazza