Lunedì, 25 Gennaio 2021  
                                                   

Cerca:  

 

AL TEATRO CARCANO DAL 4 AL 15 MAGGIO PAMELA VILLORESI
PORTA IN SCENA "MEDEA"
Servizio di Laura Canevali

Milano – Sul palcoscenico del Carcano, "Medea", un personaggio moderno, reso inquietante dalla fantastica interpretazione di Pamela Villoresi. Spettacolo apprezzabile grazie anche alla regia di Massimo Panici e un cast equilibrato e ben amalgamato. Ci sono personaggi femminili, entrati ormai nel mito dell´immaginario, che hanno un fascino negativo e che tuttavia non possiamo fare meno di amare. E´il caso di Lady Machbeth, astuta donna politica che giustifica il mezzo per il fine, e Medea. Personaggi complessi e ancora tristemente attuali.

Forse perché il loro lato oscuro è mosso da una passione, o forse per la bravura dell´autore a descriverle, fatto sta che le sentiamo vicine. Certo, il più delle volte,-fortunatamente- non arriviamo ai loro estremi.
In fondo a tutte è capitato di soffrire per amore e di desiderare il peggio per chi faceva soffrire.
E´il caso di Medea, che basa tutta la sua vendetta su una sofferenza per l´uomo che l´ha respinta, dopo che lei ha rinnegato tutto - famiglia, patria - fino a commettere degli omicidi all´interno della sua stessa famiglia, per seguirlo.
Lui spinto dalla brama si risposa, Creonte il re la esilia, il destino di Medea è segnato fin dall´inizio della pièce  dalla tragedia e dall´umiliazione. Un ritratto più che moderno di molte donne. E ad esso si ribellerà con altrettanta tragicità, consapevole e disperata di gettare su se stessa la sventura. La sua ritorsione si abbatterà, oltre che su coloro che hanno causato il dolore, anche sulla propria prole pur di rendere infelice quel marito ambizioso di potere, che l´ha rinnegata.
Un fatto di 2000 anni fa eppure mai tanto moderno.
A dirigere l´ottimo equilibrato cast è Massimo Panici (Egeo) -su adattamento e traduzione di Michele Di Martino- tra cui spiccano Silvia Budri de Maren (nutrice) e un intenso Andrea Bacci (messaggero). Ottime le interpretazioni di Pamela Villoresi (Medea) e David Sebasti (Giasone).
Belli i costumi in stile contemporaneo di Lucia Mariani, che sembrano ricordarci la presenza di Medea tra noi. Repliche fino al 15 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA





TUFANO ELETTRODOMESTICI









Morto Arnoldo Foà, aveva 98 anni: protagonista del ´900 dal teatro alla tv

L´actualité du mois et le programme des Théātres Parisiens Associés Venez découvrir les pièces des Theatresparisiensassocies.com !

Venezia - HEDDA GABLER di Henrik Ibsen AL TEATRO GOLDONI DI VENEZIA | 8-12 gennaio 2014ž con Manuela Mandracchia, Luciano Roman, Jacopo Venturiero, Simonetta Cartia,Federica Rosellini, Massimo Nicolini, Laura Piazza