Mercoledì, 11 Dicembre 2019  
                                                   

Cerca:  

 

A.H. al Teatro Nuovo, uno spettacolo intelligente, profondo e coraggioso

E Latella ne firma la regia

Servizio di Maddalena Porcelli

Napoli, 14-17 novembre. Anche stavolta Antonio Latella ci offre, con la sua compagnia StabileMobile, al Teatro Nuovo, uno spettacolo intelligente, profondo e coraggioso. Ne firma la regia, mentre la drammaturgia è scritta a quattro mani, insieme a Federico Bellini. A.H.( Adolf Hitler) è un monologo straordinario, sorretto dalla sapienza attoriale di Francesco Manetti, al quale, senza riserva alcuna, va attribuito il pieno merito di un´operazione compiuta. A.H., non il simbolo del male ma il punto di partenza e di arrivo per l´indagine di tutti quegli elementi fondanti  che costituiscono il patrimonio genetico dell´intera cultura occidentale, l´origine, la sua matrice storica. Francesco Manetti si presenta a noi su un palco vuoto: nessun oggetto, solo un grande foglio da disegno e un piccolo manichino da pittore che forse rappresenta una perfezione solo formale, in contrasto con la disumanizzazione degli esseri viventi; nessuna luce, solo dei riflettori calati  dall´alto sull´attore.

LEGGI    

Gino Rivieccio torna al Cilea con "Faccio progetti per il passato"
Dal 14 al 24 novembre

Servizio di Marco Catizone

Napoli – Consueta verve, la vis comica è sempre in tiro, la mimesi è sulfurea, il buon Rivieccio non perde il giusto tocco di spirito atellano, di cetrulo capocomico, satireggiante bardo in mistura neapolitana; e sono lustri e decadi che il Nostro affastella in fila indio-napolitana, tra macchiette sapide in salsa cabaret, archetipi partenopei duri a morire, cafè chantant  e bistrot a ribalta con violino e piano, vecchie hit a soffriggere ed un ritmo da metre navigato, tra tocchi briosi e neo-comicità declinata sul do-re-ciak-gulp d´un Belpaese politicante all´inciampo continuo e cialtronesco (ed è pur vero che i Monti non ci sorridono più, rimane qualche capra giusto in Parlamento), in equilibrismo dialettico, tra cupio dissolvi e grassa risata a far da coreuti al Ghiaccio (Gino) secco, come terno su Napoli.

LEGGI    

Una sfida con la tradizione di tutto successo al Sistina

Brignano firma la regia del "Rugantino" che porterà a Broadway

Servizio di Mario Migliaccio

Roma – Quando l´arte diventa poesia, quando la poesia diventa spettacolo: questo è "Rugantino". La sera del 14 novembre 2013 il teatro Sistina viene immerso in un contesto magico e surreale. Che fosse una grande serata lo si era già capito all´ingresso, dove gli ospiti d´eccezione fanno il loro ingresso sul red carpet del teatro. Tanti i volti noti del mondo dello spettacolo: da Magalli a Pippo Baudo, da Elena Sofia Ricci a Samantha De Grenet, Da Biagio Izzo a Giacomo Rizzo, al teatro Sistina ci sono proprio tutti. Quella che viene messa in scena è una rappresentazione fuori dal comune, che lascia il pubblico letteralmente senza parole. La sempreverde storia la conosciamo in tanti.

LEGGI    

Grande successo al teatro Bellini di MUMMENSCHANZ - I MUSICISTI DEL SILENZIO

Servizio di Pino Cotarelli

Napoli - Successo puntuale al teatro Bellini con l´atteso pienone di pubblico di tutte le età che non voleva perdersi la prima dei Mummenschanz. In scena fino al 17 novembre, la compagnia formata da Floriana Frassetto, co-fondatrice, da Philipp Egli, da Raffaella Mattioli e da Pietro Montando, si è esibita in due parti di un´ora ciascuna, in cui ha regalato uno spettacolo magico, dove i movimenti, i colori, i silenzi, hanno accompagnato le trasformazioni di vari oggetti -gomma, tubi, valige, tessuti ed altro materiale, che davano luogo a figure comuni, oggetti sconosciuti, dall´innocente simpatia.

LEGGI    

Enrico Montesano assoluto protagonista in: "C´è qualche cosa in te"

Omaggio alla commedia musicale italiana

Servizio di Francesco Gaudiosi

Enrico Montesano ritorna a Napoli in un one-man show che lo vede istrione della scena con uno spettacolo da lui scritto, diretto e interpretato. Lo spettacolo narra le vicende di Nando, proprietario di una sartoria teatrale romana, che rischia il fallimento a causa della costruzione di un centro commerciale. Ma all´interno delle vicende del protagonista ci saranno anche molteplici ricordi che evocano la commedia musicale italiana (omaggio a Trovajoli, Kramer e Rascel) e inaspettate sorprese stravolgeranno la vita del sarto che, nonostante le difficoltà quotidiane, non smetterà mai di credere nella magia del teatro.

LEGGI    

Grande successo al teatro Acacia per "Il Visitatore"con Alessandro Haber Alessio Boni ed Alessandro Bono, per la regia di Valerio Binasco

Servizio di Pino Cotarelli

Napoli - Ottima apertura della stagione teatrale 2013/2014 per il nuovo corso del teatro Acacia. Meglio non poteva fare la coppia Francesco Sorrentino ed Emma Naldi,  che non si spaventa affatto per la responsabilità assunta del prestigioso teatro e rilancia con un cartellone fatto di qualità dell´offerta caratterizzata da lavori ed artisti di spessore del panorama artistico nazionale. E´ bastato vedere il pubblico de "Il Visitatore", in scena dal 31 al 3 novembre, rispettoso e silenzioso durante tutto il corso del lavoro,  è esploso in applausi scroscianti e dimostrazioni d´affetto per gli attori che hanno dovuto stringere centinaia di mani che si protraevano per dare testimonianza del gradimento enorme provato.

 

LEGGI    

Uomo e Galantuomo al teatro Diana fino al 10 novembre

Con Gianfelice Imparato e la regia di Alessandro D´Alatri

Servizio di Anita Curci

 
Napoli - Dopo il debutto a Milano, Uomo e Galantuomo approda con successo al teatro Diana di Napoli per restarvi fino al 10 novembre.

E´ Gianfelice Imparato ad interpretare il ruolo di Gennaro De Sia, il capocomico povero, l´artista "distrutto", della compagnia teatrale L´eclettica, senza talenti e senza gloria, punto focale della commedia, poiché spunto ideale per mettere in risalto le differenze tra ceti sociali e le contraddizioni della borghesia. Tematica assai cara a De Filippo che, in quasi tutte le sue commedie, sviluppa e intreccia a trame pregne di saggio umorismo e di quell´ironia elegante che induce alla risata senza l´utilizzo delle ben note e moderne volgarità.

LEGGI    

"Il Testamento di Pietra": Riparte il 1° novembre la visita guidata teatralizzata alla Cappella Sansevero

Viaggio suggestivo tra le bellezze del tempio barocco di Raimondo di Sangro

Servizio di Federica De Cesare

 

Napoli - Un viaggio nella storia, quello proposto dall´associazione culturale Nartea. Un percorso nella vita del misterioso principe di Sansevero, Raimondo di Sangro, che ha fatto dell´omonima Cappella il proprio lascito.

Uomo di grande ingegno ed intraprendenza, la cui figura fu spesso coperta da un velo di false verità.

Un format coinvolgente che attraverso dialoghi e monologhi conduce a comprendere le origini delle opere che hanno fatto grande la Cappella Sansevero. Alla riscoperta dei misteri celati nel velo del Cristo, nelle enigmatiche Macchine anatomiche e nelle meravigliose statue delle Virtù.

LEGGI    

Successo di pubblico al teatro Augusteo di "Esseoesse" con Biagio Izzo e Francesco Procopio

Servizio di Pino Cotarelli

 
Napoli - Una serata di successo per Biagio Izzo e il suo spettacolo "Esseoesse" che ha aperto il cartellone della stagione 2013/2014 del teatro Augusteo dove rimarrà fino al 3 di novembre. Un consenso condiviso dalle presenze tipiche della prima serata: folto pubblico, addetti ai lavori e giornalisti di varie testate. Apprezzata molto anche l´ottima collaborazione di Francesco Procopio.  Un filmato introduce nella storia che si svolge in un´oasi nel deserto, in seguito ad un atterraggio di fortuna di un aereo in avaria dove, un turista (Biagio Izzo) malvolentieri accetta di salire per un viaggio consigliato dall´amico Francesco (Francesco Procopio)  per godersi le bellezze delle piramidi egizie.

LEGGI    

"La grande magia" un testo del dopoguerra che riporta alla realtà italiana di oggi

Con Luca De Filippo regista e interprete si apre la stagione del Bellini

Servizio di Anita Curci

Napoli - Luca De Filippo apre la stagione del teatro Bellini con "La grande magia", commedia in tre atti, scritta e interpretata da Eduardo nel 1948 e inserita poi nel gruppo di opere chiamate Cantata dei giorni dispari.

In scena fino al 3 novembre, Luca De Filippo con questo lavoro continua l´opera di approfondimento sulla drammaturgia del padre del primo dopoguerra. E alla domanda: come mai la scelta di un testo così impervio e poco conosciuto? Il maestro replica: "Lessi il testo trent´anni fa e mi piacque, poi vidi la messa in scena di Strehler e finì là. Assistendo alla recente rappresentazione dell´opera alla Comédie française, mi sono reso conto di quanto la commedia sia bella e attuale.

LEGGI    

<< Previous 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 Next >>



Ex Ospedale della Pace

Via Tribunali, 227 - Napoli

dal 30 novembre al 5 gennaio

Delirio d´un amore antico

rievocazione storica

di Ilio Stellato e Maurizio Merolla

6 dicembre ore 21 al Cardinal Massaia Torino Compagnia Quinta Tinta in PASSAGGI
Long form d´improvvisazione teatrale
 

 

Un anno bellissimo-A musical gift

28 dicembre 2013

Teatro Velluti Piazza del Popolo- Corridonia (MC)

Christmas Live

18 dicembre

Teatro Tivoli, Bologna