Sabato, 18 Gennaio 2020  
                                                   

Cerca:  

 

BASTA CON E LE SOLITE FACCE!
In scena la brava imitatrice Gabriella Germani, tonica ed efficace

Servizio di Maurizio Vitiello

Gabriella Germani convince con lo spettacolo  "BASTA CON LE SOLITE FACCE!"

La brava imitatrice ha scelto Napoli per il debutto nazionale al Teatro Troisi, a Fuorigrotta, che è presidio culturale. Gabriella Germani ha segnalato "Il titolo è metaforico perché non uso i trucchi e le parrucche che indosso solitamente in tv,  ma recito con la mia faccia . Ho deciso di partire da Napoli perché il pubblico è notoriamente caloroso e i napoletani sono comici per natura".

Lo spettacolo è un "one woman show" con il solo pianista, Alessandro Gwis, di rinforzo per le giuste pause e per alcuni centrati accompagnamenti musicali in cui Gabriella Germani, nota per le sue imitazioni televisive e per quelle radiofoniche con Fiorello e Marco Baldini, commenta attualità, politica, televisione, cinema, attraverso l´imitazione di personaggi che l´hanno resa notissima al grande pubblico.

L´imitatrice Gabriella Germani in scena dà voce a Daniela Santanchè; Daria Bignardi – strepitosamente centrata -; la giornalista e "criminologa" Barbara Palombelli  – formidabile nelle misure e nei toni -; Alessandra Mussolini; le presentatrici Mara Venier; Barbara D´Urso e Maria De Filippi, tutte e tre imitazioni ragionate, studiate e calibrate.

L´artista sottolinea ancora:  "E´ uno spettacolo esilarante, con battute fulminanti che non guardano in faccia nessuno".

Ironizza con sapienza sulle attrici Giovanna Mezzogiorno,  Laura Morante, Monica Bellucci, Manuela Arcuri e Asia Argento; e, davvero, due battute sono fulminanti su Asia Argento e Monica Bellucci..

La Germani rende anche omaggio alla TV di un tempo, ricordando la centralinista Bice Valori, le signorine-buonasera  di ieri,  Marina Morgan, e di oggi, Emanuela Folliero .

Lo spettacolo, scritto da Claudio Fois, Luca Bottura e Gabriella Germani, regia di Luca Rea, è valorizzato dalla presenza del pianista-jazz Alessandro Gwis, che accompagna l´attrice nelle imitazioni delle cantanti Patty Pravo, Carmen Consoli, Ornella Vanoni, Loredana Bertè, Anna Oxa.

Lo spettacolo di Gabriella Germani, offerto al pubblico napoletano, ha un registro consistente con i tempi che sono misurati per le diverse imitazioni; forse, una spalla servirebbe, perché non un maschio-imitatore-giovane (?), e anche un ospite, ad ogni città del "tour", sarebbe auspicabile per un duetto.  

Comunque, Gabriella Germani regge perfettamente la scena e in alcuni momenti svetta la sua classe di donna che cerca nell´imitazione l´ironia intelligente per lanciare messaggi al pubblico.

Il cartellone del Teatro Troisi proseguirà con lo spettacolo di Umberto Orsini  ´La leggenda del grande inquisitore", tratto da I fratelli Karamazov di Dostoevskij, dal 13 al 15 dicembre 2013.

Dal 10 gennaio 2014 spazio all´ironia e alla comicità con Angelo Di Gennaro con ´Mò  aggia parlà´ e Simone Schettino, dal 6 al 9 febbraio con ´Se permettete vorrei andare oltre´.

 Dal 21 al 23 febbraio in scena ci sarà Giobbe Covatta con ´6 gradi´ e dal 7 al 9 marzo due grandi nomi del teatro italiano Valeria Valeri e Paolo Ferrari, che presentano "Lettere d´amore"  di A.R. Gurney.

La stagione si chiuderà con due spettacoli di grande interesse: il primo vede come interprete Jacopo Fo in ´I calzini sul como´´, dal 28 al 30 marzo, e il secondo ´C come Chanel´, dal 11 al 13 aprile, con Milena Vukotic e David Sebasti.

 

2 dicembre 2013



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google


















 






Teatro Comunale di Modena. Saranno disponibili da lunedì primo ottobre i nuovi abbonamenti alla Stagione d’opera, nonché i biglietti per le recite fuori abbonamento di Don Carlo, Otello e del musical Grease (dal 9 ottobre anche per tutte le altre rappresentazioni). Il primo appuntamento, in scena il 17 ottobre, sarà con un nuovo allestimento del Don Carlodi Verdi curato dal Teatro Comunale e ispirato alla regia di Luchino Visconti. Grazie a una speciale collaborazione fra il Teatro e l’Università di Modena e Reggio Emilia, agli studenti viene offerta la possibilità di un’agevolazione di oltre il settanta per cento sul prezzo dell’abbonamento.

 

 

Prima nazionale dal 7 marzo al 1 aprile al Teatro Gobetti di Torino in anteprima ad Asti, Pinerolo e Rivoli

LA BOTTEGA DEL CAFFE´ una storia di intrighi e veleni

Torino - La compagnia ACTI Teatri Indipendenti diretta da Beppe Rosso ha sviluppato il nuovo spettacolo, in coproduzione con il Teatro Stabile di Torino, partendo da La Bottega del caffè di Carlo Goldoni, opera destinata a diventare un titolo celebre e che nel tempo ha suscitato riletture complesse, come quella di Rainer Werner Fassbinder. L´idea del progetto è quella di una scrittura nuova ad opera di Luca Scarlini, che, senza tradire la scansione, i temi e le battute micidiali del testo originale, parli ad un oggi segnato dalla crisi economica e dal dominio dell´informazione. (nella foto: Elia Schilton)leggi