Lunedì, 20 Gennaio 2020  
                                                   

Cerca:  

 

La classe e l’eleganza di Paola Gassman danno il via alla stagione artistica del Teatro Orazio di Napoli

Grande successo con Frau Mozart, in scena fino all’11 novembre

Servizio di Susy Galiero

Napoli - Metti insieme il nome di Wolfgang Amadeus Mozart, quello di Paola Gassman, un quartetto d’archi dell’Orchestra dell’Accademia Musicale Enrico Caruso diretta dal M° Giuseppe Schirone, ed ecco ricreata in maniera eccellente la Corte Asburgica all’epoca del grande genio musicale.

Al Teatro Orazio, una strepitosa Paola Gassman interpreta la moglie del compositore austriaco, la signora Costanza Weber, appunto Frau Mozart.

La signora Mozart racconta tutti gli accadimenti e i pettegolezzi della sua casa e lo fa in maniera ironica, divertente, sottile e, come solo i grandi artisti sanno fare, con grande naturalezza, tanto che sembra proprio sia Costanza a raccontare la sua storia.

Il quartetto d’archi interviene in maniera puntuale a sottolineare i momenti più significativi del testo di Gennaro Colangelo.

Uno di questi momenti, forse il più emozionante, quello che ha strappato applausi a scena aperta, è stato quando la signora Mozart ha spiegato al pubblico quale fu la vera ragione della morte del compositore (si sa che tale aspetto è storicamente ancora velato di mistero), ebbene, quando lei comincia a dire la verità, il suono degli strumenti musicali sovrasta la sua voce e quindi la morte di Mozart è… ancora avvolta nel mistero.

Ancora una grande e significativa prova d’attrice di Paola Gassman, la cui classe, la cui eleganza, la cui capacità di tenere la scena e riempirla della sua presenza, segnano la vera differenza fra il teatro e IL TEATRO.

Lo spettacolo, che inaugura il cartellone serale della sala di Posillipo, è in replica fino a domenica 11.

(10 novembre 2012)


© RIPRODUZIONE RISERVATA




Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google






 






Teatro Comunale di Modena. Saranno disponibili da lunedì primo ottobre i nuovi abbonamenti alla Stagione d’opera, nonché i biglietti per le recite fuori abbonamento di Don Carlo, Otello e del musical Grease (dal 9 ottobre anche per tutte le altre rappresentazioni). Il primo appuntamento, in scena il 17 ottobre, sarà con un nuovo allestimento del Don Carlodi Verdi curato dal Teatro Comunale e ispirato alla regia di Luchino Visconti. Grazie a una speciale collaborazione fra il Teatro e l’Università di Modena e Reggio Emilia, agli studenti viene offerta la possibilità di un’agevolazione di oltre il settanta per cento sul prezzo dell’abbonamento.

 

 

Prima nazionale dal 7 marzo al 1 aprile al Teatro Gobetti di Torino in anteprima ad Asti, Pinerolo e Rivoli

LA BOTTEGA DEL CAFFE´ una storia di intrighi e veleni

Torino - La compagnia ACTI Teatri Indipendenti diretta da Beppe Rosso ha sviluppato il nuovo spettacolo, in coproduzione con il Teatro Stabile di Torino, partendo da La Bottega del caffè di Carlo Goldoni, opera destinata a diventare un titolo celebre e che nel tempo ha suscitato riletture complesse, come quella di Rainer Werner Fassbinder. L´idea del progetto è quella di una scrittura nuova ad opera di Luca Scarlini, che, senza tradire la scansione, i temi e le battute micidiali del testo originale, parli ad un oggi segnato dalla crisi economica e dal dominio dell´informazione. (nella foto: Elia Schilton)leggi