Mercoledì, 11 Dicembre 2019  
                                                   

Cerca:  

 

Applausi per Carlo Buccirosso e Valentina Stella con “Napoletani a Broadway” al Teatro Diana, sino al 1° aprile

Servizio di Maurizio Vitiello

Napoli - Abile Carlo Buccirosso, dinamica e con voce Valentina Stella in questa nuova edizione di “Napoletani a Broadway” con Gianni Parisi, Graziella Marina; scenografie di Aldo De Lorenzo, costumi di Zaira De Vincentiis, coreografie di Fabrizio.

Vito Pappacena, cinquantenne attore che vive per il palcoscenico, all’ennesimo infruttuoso provino, mortificato dalla insensibilità del regista Sebastiano Sommella, decide di passare a gestire un’agenzia “per soli artisti napoletani”.

Si tratta di una bella sfida, speciale e caparbia.

L’agenzia di spettacolo “PAPPACENA”, formata e avviata da madre e figlio, raggiunge in pochi anni un elevato livello di popolarità, con attori, cantanti, ballerini, imitatori e trasformisti ad affollare un palcoscenico fatiscente.

“Se li vengono a prendere come il pane” dice Caterina, bizzarra “signora” delle pulizie, innamorata di Pappacena, con una voce con accenti appassionati, seppur non educata, riferendosi agli artisti che affollano l’agenzia sbucando da porte, finestre e cunicoli sotterranei, insomma, da tutte le parti!

L’agenzia di Pappacena è il supermarket dell’artista istrione; buono, fresco e a lunga conservazione!

Vito è esuberante, perché vive della spregiudicatezza dei suoi artisti, investendo cuore, tempo e danaro nella sua nuova attività.

La visita inaspettata del regista Sommella, che quattro anni or sono ne aveva causato la sua crisi professionale, ridà linfa a Vito Pappacena, che accetta una “proposta”  con cui  si lancia per l’ultima volta con tutto il suo cuore e assieme a un manipolo di singolari artisti realisti partecipa a un’avventura lungo le strade luccicanti di un’incantevole Broadway.

Tranne qualche scivolata priapistica e segmenti di ciarle rasoterra, il resto regge, seppur in una lunghezza, che potrebbe essere rivista.

Anticipare un timing lo ritroviamo più equo nella distribuzione degli effetti.

Buccirosso bravo nei tempi e sicuro di sé; per gli altri: opacità in alcuni, brillanti momenti canori in altri.

Valentina Stella sfugge, oggi, al “nomen omen”. 

 

(13 marzo 2012)


© RIPRODUZIONE RISERVATA




Seguici su



Consiglia questo indirizzo su Google






 






Teatro Comunale di Modena. Saranno disponibili da lunedì primo ottobre i nuovi abbonamenti alla Stagione d’opera, nonché i biglietti per le recite fuori abbonamento di Don Carlo, Otello e del musical Grease (dal 9 ottobre anche per tutte le altre rappresentazioni). Il primo appuntamento, in scena il 17 ottobre, sarà con un nuovo allestimento del Don Carlodi Verdi curato dal Teatro Comunale e ispirato alla regia di Luchino Visconti. Grazie a una speciale collaborazione fra il Teatro e l’Università di Modena e Reggio Emilia, agli studenti viene offerta la possibilità di un’agevolazione di oltre il settanta per cento sul prezzo dell’abbonamento.

 

 

Prima nazionale dal 7 marzo al 1 aprile al Teatro Gobetti di Torino in anteprima ad Asti, Pinerolo e Rivoli

LA BOTTEGA DEL CAFFE´ una storia di intrighi e veleni

Torino - La compagnia ACTI Teatri Indipendenti diretta da Beppe Rosso ha sviluppato il nuovo spettacolo, in coproduzione con il Teatro Stabile di Torino, partendo da La Bottega del caffè di Carlo Goldoni, opera destinata a diventare un titolo celebre e che nel tempo ha suscitato riletture complesse, come quella di Rainer Werner Fassbinder. L´idea del progetto è quella di una scrittura nuova ad opera di Luca Scarlini, che, senza tradire la scansione, i temi e le battute micidiali del testo originale, parli ad un oggi segnato dalla crisi economica e dal dominio dell´informazione. (nella foto: Elia Schilton)leggi