Weekend con la cultura a Napoli 

di Italo Pignatelli 15.4.15

 

Arte visiva, teatro, musica in città. Alla Galleria Toledo dal 9 al 12 aprile “Beati Pauperes in Spiritu -Eckhart Project” e “Quintetto”, editi da Teatro Instabile di Aosta, regia coreografia  di Marco Chenevier.

 Danza e drammaturgia  in quadri coreografici in un colto fraseggio corporale astratto in continuo movimento con  vivaci dinamiche controllate, delicate, violente. Il corpo degli attori ballerini vibra nello spazio  alla ricerca della solitudine o sollecitato ad incontrare altri per creare veloci composizioni scultoree fantastiche  che si frantumano in pochi attimi per rappresentare altre.  Il primo con voci e luci diffuse più onirico e teatrale.

 Nel secondo domina il dialogo con il pubblico su l’attività del pensiero, sull’indagine socio culturale del nostro presente, sul tema della memoria. La coreografia è caratterizzata da emozioni e gestualità in rapporto  con la musicadell’album “Homeland” di Laurie Anderson e il Preludio della Suite n.5 BWV di J.Sebastian Bach.

A San Domenico sculture di Giovanni Tizzano, artista napoletano presente dal 1928 in mostre internazionali.

Opere in bronzo, marmo, argilla colorata di donne, fanciulle tra cui la figlia e i nipotini. Teste e busti  filiformi simili ad obelischi gotici. Egli rivoluziona il fare scultoreo dell’800 rifacendosi alla scultura greco-romana e in particolare a Donatello esaltando la psicologia dei suoi modelli e cogliendo quella spontaneità napoletana.

Tra le opere vanno citate: Preghiera del grano, Aurora, Fior di Maria, Arianno e Corallina in vacanza.

A Santa Caterina a Chiaja omaggio a Maria Luisa Anido della spagnola Carmen Becerra, chitarra classica,  a cura del Centro di Musica Antica Pietà de’Turchini. Concerto da sogno con melodie simili alle nostre. Le mani di Carmen sfiorano le corde come onde che delicatamente lambiscono la spiaggia. Sono suoni simili a parole appena sussurrate all’amante. Sono vibrazioni di una sottile pioggia su prati o di acqua di un ruscello che si poggia su quella che la precede sfiorando sassi e rocce nel suo incedere lento e silenzioso verso il basso.

A Palazzo Zevallos Stigliano visita guidata alla Pinacoteca con opere di Caravaggio e pittori del’600 a Napoli con degustazione di agnello, cianfotta, parmigiana, polpette del cuoco contadino Pietro Parisi. Le sue idee in cucina nascono dalla terra alla tavola rielaborando con geniale fantasia ricette della tradizione napoletana.

Alla biblioteca “B. Croce” terzo appuntamento de “Il libro dipinto” con in mostra dipinti di De Rosa, Statti, Lamberini, Kiziltas, Tufano, Gorini, Pozzo, Baldassare, Lombardo, Williams, Altamore, Corvino. La mostra, come è noto, su idea di Antonio Filippetti in collaborazione con “IO ci sto” libreria popolare voluta da 900 soci propone opere ispirate a testi letterari dall’Eneide di Virgilio a “Korallion” di Fiorella Franchini.

 

Condividi su Facebook