Parte “l’obiettivo lavoro” dalle Quattro Giornate del Cinema 

di Italo Pignatelli

Miracolo! Promessa mantenuta dalla FUIS e da Antonio Rossi presidente del Festival. Il miracolo si è concretizzato al   Mercadante davanti a tanti testimoni emozionati e, forse, alcuni scettici. Tosca d’Aquino con, nel ruolo di hostess, Francesca Di Costanzo e Alessia Palumbo, elette “Napoli bella” ha accolto i vincitori. Premiata “Solo chiudere gli occhi” sceneggiatura di Massimo De Angelis. Altre due  scelte ex-aequo “Sotto coperta” di Simone Cocuzza, e “L’altre stelle” di Fabrizio Nardi e Valentina Macaluso. Sarà realizzata anche  una delle due opere. Le sceneggiature diventeranno film e la FUIS curerà anche la distribuzione che è il premio più ambito di ogni artista: rendere pubblica la propria opera.  Saranno girati in città con i giovani e i professionisti che si sono contraddistinti nelle sette sezioni .

La realizzazione è stata con la FUIS e  Film Commission, di AGIS ,SIAE, Istituto Culturale del Mezzogiorno, Autori in Primo Piano, Arcimovie, Mad Entertainment, Cartoon Italia, CGIL UIL CISL, 100 Autori, Apogeo Consulting, LuxArte, 11TV, Gruppo Azimut, Comune e Regione. Con Rossi Valerio Caprara e Antonio Filippetti hanno collaborato giovani professionisti tra cui Iole Masucci, Ermete Labbadia, Simone Di Conza, Maria Manna, Francesca Malandrucco.  Ospiti: Heidrun Schleed, Antonio Capuano, Giovanni Veronesi, Rossella Izzo, Luca Maniero,  Valerio Aprea, Luciana De Falco, Edoardo Leo, Zap Mangusta, Cristiano Di Calisto, Vittorio Giacci, Mario Sesti, Giorgio Assuma, Lucia Cassini, Luca Verdone col film “il grande Alberto”.

I vincitori. Sezione videoclip: tra i 40 in concorso sarà realizzato “Veng e patane” di Nello Giordano e Giuseppe Cicala, secondo premio “Una canzone banale” di Vyncent Violano. Serie Web: Janet De Nardis consegna il premio a Paolo Modugno per “Media Rec”, per la migliore sceneggiatura a Nicola Di Roma per “Senza contratto”, per la migliore fotografia a Pierfrancesco Borruto di “Cips a Forcella, per la regia Francesco Vitiello  per la serie di   “Soma” di Malatesta film che sarà realizzato da uno sponsor cercato a breve dalla FUIS.

Cinema di Animazione:  primo il film “Body memory” di Ulo Pikkov (Estonia),  secondo “Luminaris” di Juan Pablo Zaramella (Argentina), terzo “Vendetta” di Andrea Lato (Italia).

Cortometraggi:per la sceneggiatura “La paura più grande” di Nicola De Vico, migliore attrice Nunzia Schiano in “Non è successo niente” di Chantal Toesca, per la regia un ex-aequo tra Carmen Giardina per “Fratelli minori” e Nicolangelo Gelormini per “Reset”, vincitrice della sezione è “La legge di Jennifer” di Alessandro Capitani con la sceneggiatura di Pina Turco.

Documentari:  “Settanta” di Pippo Mezzapesa,  “I morti di Alos” di Daniele Atzeni.

Lungometraggi:  sceneggiatura “La guerra del maiale” di David Maria Putorti, regia Barbara Rossi Prudente di “Esterno sera”, primo a “Benur- un gladiatore in affitto” di Massimo Andrei.  Script di serie TV: “Radio YAM” di Luca Castaldi e Vincenzo Cavallo, secondo “San Valentino” di Giordano Bassetti, terzo “ricomincio da qui”  di Silvia Sardi e Lorenzo Ruggeri.

Napoli sarà ancora sede della seconda edizione del Festival nell’ottobre  2014 per il quale la FUIS vuole ampliare la durata esortata dall’entusiasmo dei napoletani e degli artisti stranieri partecipanti. La città tornerà al suo antico splendore? Certamente SI con la Cultura. Auguri!  

 


Condividi su Facebook