Incontri con la cultura

di Italo Pignatelli 

“DIECI STORIE PROPRIO COSÌ” al San Carlo con  liceali  spettatori attenti per la drammaturgia ideata da Giulia Minoli, regia di Emanuela Giordano con Daria D’Aloia, Vincenzo d’Amato,Tania Garribba, Marco Palvetti Salvatore Presutto, Diego Valentino Venditti, Elias Zoccoli.  Tema la legalità in dieci storie  di impegno civile proposto dalla Fondazione Pol.i.s (Politiche integrate di Sicurezza) per le vittime innocenti di criminalità e i beni confiscati.  La Memoria  di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Don Giuseppe Diana, Giancarlo Siani e di tanti vittime innocenti della criminalità. Dolore raccontato senza enfasi.«Sono  storie delle nostre famiglie,  afferma Paolo Siani, presidente  Fondazione Pol.i.s., della nostra personale tragedia e dell’ impegno di noi,  familiari delle vittime innocenti della criminalità che non siamo scappati, pur avendo subito il torto più grande di tutti, perché siamo convinti che possiamo farcela attraverso il ricordo dei nostri cari,  l’impegno dei giovani,  la partecipazione delle Istituzioni e facendo arte vogliamo credere nel cambiamento».

 Il 23 Maggio, andrà  al Teatro Massimo di Palermo   giornata  della strage di Capaci.

Negli ex Magazzini del Porto presso il varco SNAV da martedì a domenica dalle 14 alle 20 fino al 15 giugno una “doppia basilica” installazione di Gian Maria Tosatti sul tema “Lucifero- le sette stagioni dello Spirito” ispirato al “Castello Interiore” di santa Teresa d’Avola. L’Angelo ribelle è presente nel nostro libero arbitrio tra la scelta del difficile percorso del bene e le tentazioni che portano all’abisso del male.

Stabat Mater di Giacomo Sellitti a Santa Caterina da Siena con coro e strumenti e

Marina  Zyatkova soprano, Matesz Drozda basso, Ehara Takaya tenore. Concerto, denso di emozioni offerto  dalla professionalità dei musicisti e cantanti, proposto dal

Centro di Musica Antica Pietà de’Turchini che da novembre ha organizzato una intensa stagione di musica classica napoletana, teatro, pittura del 600 e 700.

Nella stazione Vanvitelli del Metrò quarta tappa del tour “Il libro dipinto”.

Alla Galleria Toledo dopo il “teatro della voce” con Sonia Bergamasco il concerto

di versi da Amelia Rosselli“Salmo della gioventù” con Bergamasco e Rodolfo Rossi.   

Al Grenoble mostra di pittura di Arno Boueilh, artista parigino, che, ricordando la Scuola di Posillipo, percorre la panoramica via soffermandosi a dipingere case, ville, insenature che si possono vedere al di là del parapetto e che sfuggono al viandante napoletano distratto.

Sono immagini colorate con una tavolozza colma di vivaci colori che mostrano un artista amante della nostra città. Un francese ci fa innamorare di bellezze paesaggistiche a noi poco note o che per pigrizia ammiriamo poco e male. La mostra è visibile fino al 15 maggio.

22.4.15  

Condividi su Facebook