Napoli confuso e felice

di Antonio Parrella

Il Napoli in versione trasferta vince ma non convince. La difesa azzurra va subito in difficoltà e costringe Walter Mazzarri a due insoliti cambi nel primo tempo. Fuori Britos e Grava (la condizione fisica non è delle migliori per i due difensori) dentro Campagnaro e Fernandez. Il centrocampo non gira come nelle ultime gare, colpa probabilmente degli impegni con le rispettive nazionali di tanti calciatori che militano nella squadra del paradisiaco Golfo. L’attacco invece riesce ad essere concreto per il risultato maturato su un campo difficile come il Tardini anche se tante volte risulta un po’ sprecone e “insipido”. Almeno due i gol non realizzati a pochi metri dalla porta col Pocho Lavezzi.

Al 39' minuto arriva il primo gol degli azzurri su calcio di rigore per un fallo  in area che stende il Matador. Mirante para il rigore a Cavani, ma sulla respinta è lo stesso attaccante azzurro a ribadire in rete per il vantaggio. La partita è piacevole solo a tratti e le azioni sono quasi sempre confuse e poco spettacolari. Buon pressing della formazione di Donadoni e al minuto 76 arriva il pareggio dei gialloblu, una rete che era nell’aria dopo i vari svarioni ed errori di Cannavaro e company. Calcio d'angolo di Giovinco, Paletta tira e De Sanctis non blocca, Fernandez  perde Zaccardo che sotto porta mette dentro per il gol del momentaneo 1 a 1. Dopo qualche minuto Valeri manda fuori Mazzarri per essere uscito dall'area tecnica della panchina e per le proteste. La formazione partenopea non si arrende e all’85’ Lavezzi porta nuovamente al sorpasso i suoi. È davvero imprendibile il moderno fantasista argentino. Al momento del gol però un fuorigioco di rientro non viene visto proprio sul Pocho, l’arbitro e l’assistente non annullano. Il Parma non digerisce la decisone della quaterna in giacchetta nera e fioccano le proteste nel dopo gara.
La rete è comunque meritata per alcune azioni offensive di buona fattura degli azzurri nel finale.  Nel complesso la gara è soporifera e all’orario di pranzo rischia di far addormentare i tifosi invece di far aprire l’appetito. Il Napoli comunque espugna il Tardini e continua la sua cavalcata in campionato: quattro vittorie consecutive, un altro piccolo record da incrementare per raggiungere il terzo posto.

Napoli,  04/03/2012

 

  

 

 

Condividi