Napoli-Milan: l’esorcismo azzurro ha annullato il diavolo.

Nell’ultima domenica d’estate è già sfida scudetto, almeno per i pronostici degli esperti. Dopo il super duello di Champions League con il Manchester City, la “Ferrari” azzurra ha dovuto correre a 300 all’ora per ulteriori 90 minuti. Niente pit stop.
E’ la
gara numero 127 in Serie A fra Napoli e Milan, la prima della storia tra azzurri e rossoneri fu nel torneo 1929/1930. Il match si concluse col risultato di 2-1 per i partenopei. Erano altri tempi, ma anche quella volta era la terza giornata di campionato.
I
l Napoli nelle ultime gare di campionato è sempre andato in gol. L'ultimo scontro senza reti risale alla giornata numero 28 del torneo 2010/2011, in quell’occasione l’avversario era il Brescia.
Il mister di San Vincenzo, in settimana, era preoccupato proprio del reparto offensivo, per le condizioni fisiche di Lavezzi, un uomo fondamentale per il tridente azzurro.
Il pocho, però, ha recuperato dalla contusione al calcagno del piede destro e in campo è stato ancora una volta importante per il gioco della squadra. Due soltanto le assenze forzate del Napoli, Britos e Donadel. Massimiliano Allegri ha dovuto  fare a meno di Flamini, Mexes, Gattuso, Ibrahimovic, Ambrosini e Boateng.
I risultati degli ultimi tempi hanno consacrato Mazzarri e Allegri i migliori allenatori del campionato italiano. Il mister azzurro, però, non aveva mai vinto contro il conterraneo livornese. Il milanista può infatti vantava 3 successi a 0, mentre 2 erano i pareggi.
Domenica 18 settembre 2011  la musica è cambiata. Il Napoli con un super Cavani, con la caparbietà e l’intraprendenza  di Gargano e le prodezze di De Sanctis regala una gioia immensa ai 6 milioni di tifosi sparsi per il mondo. La gara finisce 3 a 1 per gli azzurri, nonostante un inizio in salita per la rete dell’ex juventino Aquilani. Per il Matador una tripletta da vero fuoriclasse, una potenza senza confini. Il Milan aveva iniziato bene la gara, ma sono bastati 13 minuti per far ritrovare agli azzurri la strada del gol. Il Napoli è stato di un altro pianeta, difesa e centrocampo compresi. Lavezzi come sempre ha dato il massimo. La sua voglia di giocare, nonostante gli acciacchi, era approdata qualche giorno fa anche su Twitter, con un suo messaggio sul social network.
Nel post-partita Mazzarri parla ai microfoni di Raiuno: “Dopo il cazzotto ci siamo sbloccati, buon risultato ma dobbiamo ancora migliorare su tante cose. I primi minuti non mi sono piaciuti”. Il mister fa il modesto ma i suoi occhi erano pieni di gioia per la vittoria.
Il giornalista Seth Kugal, del New York Times, in un suo bellissimo articolo su Napoli ha scritto: "Appena uscito dalla metropolitana nei pressi del centro storico di Napoli, mi ci sono voluti all'incirca dieci secondi per innamorarmi". E se vedesse giocare anche la squadra di calcio di questa città? Forse basterebbe addirittura una frazione di secondo.



FORMAZIONI UFFICIALI
NAPOLI (3-4-2-1):
De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler, Gargano, Dossena; Hamsik, Lavezzi; CavaniAll.: Mazzarri. In panchina: Rosati, Fernandez, Dzemaili, Zuniga, Santana, Mascara, Pandev.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Bonera; Nocerino, Van Bommel, Aquilani; Seedorf; Pato, Cassano. All.: Allegri. In panchina: Amelia, Yepes, Antonini, Valoti, Taiwo, Emanuelson, El Shaarawy.

ARBITRO: Tagliavento di Terni (assistenti Grilli – Rosi, quarto uomo: Celi)

Sintesi. Il San Paolo accoglie i proprio beniamini, con il pubblico numeroso delle grandi occasioni e una scenografia da premio Oscar. Questa è ancora una volta la notte delle stelle.
Primo tempo: La partita inizia con il Milan in attacco. Cassano si invola sull'out destro, cross al centro ma Aronica manda la palla in corner. La squadra azzurra sembra impacciata in questo avvio di gara. 8’-Pato prova ad entrare nell'area partenopea, decisivo l'intervento di Campagnaro. 11'-Milan in vantaggio. Gol di Aquilani su cross di Cassano, la palla è troppo angolata per Morgan De Sanctis. 13’-Calcio di punizone di Lavezzi e Cavani riesce ad insaccare. Il Matador ritorna a segnare al San Paolo. 17’-Seedorf cerca Thiago Silva ma è bravissimo Aronica a fermare l’azione. 19’-22’ Cavani fallisce due volte l’occasione del raddoppio. Il Napoli c’è. 24'-Ammonizione per Nocerino, autore di un brutto fallo su Ezequiel Lavezzi. 25'-Conclusione di Inler su calcio di punizione, la palla sorvola la traversa. 28'-Cross di Lavezzi dalla destra, troppo lungo per i compagni di squadra. La palla viene bloccata da Abbiati. 30'-Hamsik prova la conclusione da lontano, palla che finisce a lato.
32'-Pato ottiene un calcio piazzato dal limite dell’area di rigore. Punizione calciata da Seedorf sulla barriera e Cavani mette in corner. 33’-Scoppia una lite tra Maggio e Pato, il brasiliano spinge l'esterno azzurro. Nessuna ammonizione per l’arbitro. 34'-Cassano prova a penetrare in area, l'attaccante del Milan viene fermato da Aronica e Dossena. 35'–Arriva il 2 a 1 del Napoli! Lunga e veloce ripartenza di Gargano che serve Cavani in area, tiro che piega le mani al portiere rossonero. 38’-Parata del pirata Morgan su Cassano. Un vero miracolo dell’estremo difensore di Guardiagrele. 44’- Tiro di Aquilani fa la barba al palo alla destra di De Sanctis. Il Milan cerca di reagire ma il Napoli ha il morale alto per il risultato. Il primo tempo finisce sul 2 a 1 per gli azzurri.
Secondo tempo: 46' -Hamsik dalla distanza, palla alta. Il Milan si salva. 47’- Maggio per Cavani al limite dell'area, il Matador trova Nesta a bloccare l’iniziativa. 49’- Azione di Pato e Cassano, ma il cross del brasiliano finisce tra le mani di De Sanctis. 51’-Tripletta per Cavani. Respinta corta di Nesta e il tiro al volo dell’uruguaiano batte nuovamente Abbiati. Una gioia immensa per tutti. In tribuna, De Laurentiis esulta insieme alla moglie e al primo cittadino di Napoli, Luigi de Magistris. 53’- Il declino dei campioni. Pato simula un fallo e viene ammonito, nessun contatto col difensore azzurro più vicino. 55’- Angolo del Milan, Cavani allontana ogni tipo di minaccia degli avversari. 57’-Punizione di Seedorf termina fuori. 61’- Tagliavento punisce Aronica e Nesta con l'ammonizione. Il difensore rossonero meritava probabilmente il cartellino rosso. La tensione sale. 64’-Cambio per il Napoli: esce Hamsik, entra Dzemaili. 65'-Doppia sostituzione per la squadra di Allegri: escono Bonera e Van Bommel, entrano Antonini ed Emanuelson. 71’- Pato colpisce di testa su cross di Cassano, il tiro termina fuori. 72' – Ammonizione per Gargano e Cavani. Il centrocampista viene punito per un fallo su Aquilani, il Matador per proteste. 73’- Destro a lato di Antonini. 74’-‘Inler per Dzemaili, tiro fuori di poco. 75’- Dzemaili cerca la porta ma il tiro dello svizzero sfiora il palo alla destra di Abbiati. 76’- Antonini viene ammonito per un fallo su Cavani. 77’- Entra El Shaarawy ed esce Aquilani, ancora un cambio per i lombardi. 78' - Occasione per Lavezzi, prova il tiro da posizione defilata che termina sul fondo. Dzemaili era al centro dell'area milanista, questa volta il pocho è stato egoista. 79’-Entra Zuniga ed esce Dossena. Un uomo fresco per la fascia sinistra. 80’- Pandev entra al posto di Lavezzi. Grande affetto del pubblico, per il pocho un coro di 60 mila spettatori che mette i brividi. Il Milan cerca di reagire ma i napoletani hanno creato un muro invalicabile. 84’- Pandev per Cavani, il tiro di quest’ultimo è lento. Capovolgimento di fronte con Pato, salva Zuniga. 89'- Sinistro di El Sharaawy, per De Sanctis non ci sono problemi. 92’- Pandev affonda sulla fascia sinistra, passaggio per Dzemaili che tira in curva.
93’-La partita finisce 3 a 1 per i padroni di casa, con l’ovazione del pubblico del San Paolo.

Antonio Parrella

Napoli, 18/09/2011

   Condividi