Lazio-Napoli 1 a 1: Hugo Bo…mber

di Antonio Parrella

 

Eclettica, eterogenea e omogenea allo stesso tempo, questa è la squadra partenopea nell’edizione 2012-2013. Una compagine che, però, ogni tanto  passa dalla luce al buio, come nel blackout in terra romana, in particolare nel primo, oscuro, tempo. La difficilissima sfida con la Lazio, questa volta, invece di accendere il turbo ha creato problemi all’iniezione perfetta, vista e rivista nelle ultime gare.
Ottima la gara dei biancocelesti, che con un super  Floccari vanno subito in vantaggio. I ragazzi di Petkovic avrebbero meritato la vittoria, ma il Napoli non ci sta facilmente a perdere. La rincorsa alla Juventus, seppur  rallentata dal pari, continua. Il gol azzurro arriva nel finale, grazie ad una invenzione di Hugo Campagnaro, un tiro al volo da vero bomber. Da sottolineare alcune buone giocate di Insigne, entrato a gara in corso, e gli svarioni difensivi di Cannavaro e degli altri soci di zona. Del reparto arretrato si salva solo il difensore argentino, autore non solo della rete ma anche di giocate eccellenti. Nella prossima gara, i tifosi azzurri già immaginano Britos  e Lorenzinho in campo dal primo minuto. Il gioiellino del vivaio Made in Naples, in settimana, ha incantato anche gli spettatori della gara della nazionale Under 21, contro la Germania. Ha incantato ancora in questa trasferta, quando da scugnizzo partenopeo ha messo gli sci ed ha imitato gli slalom di Alberto Tomba, superando come bandierine gli avversari.
C’è stato il tempo, una decina di minuti,  per far esordire Emanuele Calaiò, che sicuramente scalpita per il primo gol, dopo l’ormai prolifica e preistorica esperienza del passato. C è tempo per migliorare, c è tempo per continuare la risalita, un pizzico più complicata dal pareggio, soprattutto dopo la vittoria nell’anticipo pomeridiano, che ha visto la Fiorentina cadere, per due a zero, nello stadio dei bianconeri. Una risalita che resta sempre magica, un sogno non svanisce con un mezzo passo falso.

 

Le pagelle in breve:  

Lazio (4-1-4-1): Marchetti 7; Konko 6, Biava 6,5, Dias 6, Radu 6; Ledesma 6; Candreva 6,5, Gonzalez 6 (44' st Saha sv), Hernanes 5,5 (27' st Cana 6), Mauri 6 (18' Lulic 5); Floccari 7,5.
A disp.: Bizzarri, Strakosha, Ciani, Pereirinha, Rozzi, Kozak. All.: Petkovic 6,5

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis 5,5; Campagnaro 7, Cannavaro 5, Gamberini 5,5; Mesto 5 (10' st El Kaddouri 6), Behrami 5,5 (47' L. Insigne 7), Inler 5,5, Zuniga 5,5 (35' st Calaiò sv); Hamsik 6; Pandev 5, Cavani 5,5.
A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Rolando, Britos, Donadel, Radosevic, Armero, Maggio. All.: Mazzarri 5,5

Napoli, 10/02/2012

Condividi su Facebook