Napoli-Catania: 2-1. L'esplosivo attacco partenopeo.

 

di Antonio Parrella

Aria di festa per la gara tra fratelli napoletani e catanesi. Nel pomeriggio, prima del match, i tifosi siciliani hanno invaso le strade del centro per scattare qualche foto tra la storia e la gente, per regalarsi e regalarci qualche attimo di felicità. Una gita fuoriporta che fa bene allo sport.

La squadra di Benitez è nettamente superiore, come dimostrano i punti in classifica e le grandi cifre spese in questi anni da Aurelio De Laurentiis. Gli azzurri vanno subito in vantaggio con Callejon e poco dopo con Marekiaro Hamsik, rispettivamente al minuto 14 e 19. Due gol, uno più bello dell'altro, con tanta precisione e potenza.
Come spesso accade, basta un episodio e la partita che sembra chiusa riapre porte e portoni. Castro va in rete e il Napoli inizia a trovare difficoltà nel costruire altre azioni pericolose. Colpo di tacco di Maxi Lopez per Biraghi, palla in mezzo per El Pata che non sbaglia. Il Catania anestetizza momentaneamente i padroni di casa e la prima frazione di gioco termina senza troppe emozioni. Insistente l'assedio azzurro nella ripresa, ma dalla trequarti in poi la compagine napoletana non è incisiva come al solito, molto meno incisiva dei primi infuocati minuti. Insigne si intestardisce in alcuni giocate difficili, non è una delle sue gare migliori. Bisogna passare di più la palla, bisogna essere meno leziosi, serve più testa e meno istinto. La fretta non è amica dei calciatori, ma i gol e altre soddisfazioni arriveranno, senza dimenticare, però, che è suo l’ assist del secondo gol.

Buona la prestazione di Bruno Uvini che dal settimo del primo tempo è entrato al posto di Mesto, a causa di un infortunio. Cannavaro resta ancora in panchina.

Salgono a sei gol in graduatoria sia lo slovacco Hamsik che lo spagnolo Callejon. Il Napoli migliora la striscia di risultati utili consecutivi tra le mura amiche. Addirittura sedici, a conferma che il San Paolo è diventato ormai un massiccio fortino.
Come ha sottolineato nel dopogara Gonzolo Higuain, intervistato da Mediaset Premium: "Questa è una vittoria importante come importante è la gara di mercoledì", infatti, il prossimo decisivo incontro di Champions League con il Marsiglia fa pensare in grande, una vittoria aumenterebbe seriamente le probabilità di passare il turno. Forza Napoli, resta concentrato che dietro l'angolo c'è anche la Juventus da battere. La Vecchia Signora non molla facilmente la presa e gli straordinari sono d’obbligo!

 

Napoli, 03/11/2013


Condividi su Facebook