Tre punti importanti…senza spettacolo.

di Antonio Parrella

 

Il Napoli va ancora una volta a corrente alternata come a Catania ma vince per uno a zero al contro una Sampdoria solida e a tratti fallosa.

Un rigore di Cavani nella ripresa (al 22’) regala al team di Mazzarri una vittoria importantissima soprattutto per la classifica e il testa a testa con i bianconeri di Conte. Buona la prova di Marek Hamsik che si procura il decisivo penalty. Il reparto difensivo degli azzurri con Gamberini sul lato sinistro sembra aver guadagnato in compattezza. Anche dalle parti di Campagnaro non si passa. Sempre preciso nell'allontanare la minaccia in elevazione e da terra. Nel momento di difficoltà, con la squadra ligure che si difende bene, si sgancia spesso proponendosi positivamente con buone giocate, fino alla fine del match quando si lancia ancora in contropiede.
Il tecnico di San Vincenzo viene espulso al 41’ del primo tempo per proteste e al suo posto, come sempre,  il portafortuna Frustalupi a guidare gli azzurri, ma non è solo un amuleto. Chi conosce il mondo del pallone lo considera un tattico dalle grandi capacità, fondamentale per dare una mano al “titolarissimo” mister  nel complicato gioco moderno del calcio.
Bene così, in fondo in casa della Samp non è stato mai facile vincere, come dicono i precedenti:

Le 59 trasferte del Napoli in casa dei blucerchiati tra serie A, serie B e Coppa Italia:
27 vittorie della Sampdoria
19 pareggi
13 vittorie del Napoli
88 gol della Sampdoria
53 gol del Napoli

L'ultima vittoria della Sampdoria:
16 maggio 2010,  risultato finale 1-0
6’ s.t. Pazzini (S)

L'ultimo pareggio:
5 aprile 2009 per 2-2
28’ p.t. Palombo (S), 44’ p.t. Zalayeta (N), 18’ s.t. Palombo (S), 47’ s.t. Denis (N)

L'ultima vittoria del Napoli:
19 settembre 2010 per 2-1
33’ s.t. Cassano (S), 38’ s.t. Hamsik (N), 41’ s.t. Cavani (N).

Napoli  30/09/2012

 

  

 

 

Condividi