Olympique Marsiglia-Napoli: 1-2. Tre punti fondamentali, con la firma speciale del giovane Duvan.

di Antonio Parrella

Buona gara degli azzurri con qualche azione sciupata di troppo. Questa è, forse, la sintesi migliore di Olympique Marsiglia-Napoli. Gli uomini di Benitez partono forte, ma la difesa avversaria riesce sempre a chiudere, coadiuvata da alcune ingenuità, come il gol sprecato da Higuain. Il calciatore argentino, però, si rifà alla fine del primo tempo, quando con uno splendido assist mette Callejon in condizione di segnare e portare finalmente i suoi in vantaggio. Raddoppio nella ripresa con un bellissimo gol di Duvan Zapata (67’) che su un tacco smarcante di Mertens, autore di una intensissima gara, piazza la palla alle spalle dell’estremo difensore della squadra francese. Tiro a giro da fuori area, pallone quasi nel sette alla sinistra di Mandanda. Al minuto 85, Andre Ayew trova il gol con un tiro da fuori area, il Marsiglia non stava impensierendo i partenopei, rete assolutamente casuale, ma di ottima fattura. Napoli, Borussia e Arsenal tutte a 6 punti. Una difesa che sembra ritrovare i giusti equilibri, grazie alla positiva prova della coppia Fernandez-Albiol, il ritorno pimpante di Maggio e i polmoni d’acciaio di Mertens, Callejon e Behrami fanno ben sperare per la qualificazione. E’ un girone di fuoco, è una Champions League da gustare fino alla fine. L’esperto Benitez non ha paura… i tifosi sognano!

L’intervista. Duvan Zapata, autore del secondo gol degli azzurri, ha parlato ai microfoni di Mediaset al termine della gara: "Sto entrando in condizione, sono a disposizione del mister e sono contento per il mio gol. Pensavi di giocare un po’ di più? No, è giusto questo utilizzo. Devo lavorare. Questo è il mio primo club in Europa, devo abituarmi a questo tipo di ritmo."

 

Napoli 22/10/2013  


Condividi su Facebook