Napoli-Inter 4-2.

Benitez batte Mazzarri. 

di Antonio Parrella



Il Napoli vince e convince, a metà. Grande fase offensiva e mediocre qualità difensiva. Troppi errori, anche se Fernandez è in crescita e, infatti, si vocifera che potrebbe essere lui il titolare anche dopo gennaio. La squadra partenopea quando attacca fa paura, Higuain, Mertens e Callejon non perdonano. Insigne gioca bene diversi palloni, peccato per il palo e il rigore non calciato e poi sbagliato da un egoista Goran Pandev. La fame di gol divora anche la grande umiltà del macedone. Reveillere non mette e non toglie, per lui un sei meno meno. A centrocampo manca la solidità di Behrami ma è ben sostituito dal caparbio e feroce Dzemaili che riesce a siglare un bellissimo e importante gol, il terzo. Lo svizzero è protagonista di diverse azioni importanti del match.
E Mazzarri? Si mangia le mani, si sbraccia e perde pesantemente, ma probabilmente non per colpa sua, questa Inter va rimodellata e costruita ancora. Il pubblico ha vinto la sua rivincita contro il mister di San Vincenzo, andato via da Napoli non proprio elegantemente, però bisogna sottolineare la bravura e la competenza calcistica e soprattutto i suoi applausi alla curva durante l'ingresso in campo, sono un bel gesto. La storia non si cancella facilmente e il periodo "mazzarriano " è stato un bel periodo, riportando in città l’Europa che conta e una coppa, quella nazionale. La compagine di Benitez è il presente, per il tecnico spagnolo sarà un Natale da protagonista, vincere contro la sua ex squadra fa bene al morale e al cuore. Ora è il momento di rosicchiare qualche punto alla Juventus, la squadra del Golfo più bello del mondo ci proverà. 

 

Tutti i marcatori di Napoli-Inter 4-2: 9' Higuain, 35' Cambiasso, 38' Mertens, 41' Dzemaili, 46' Nagatomo, 80' Callejon. Benitez batte Mazzarri. Il San Paolo esulta.

Napoli, 16/12/2013

 

 Condividi su Facebook