Milan-Napoli 1-1 : La notte che avvicina alla Champions.

di Antonio Parrella

Mentre a Napoli è primavera e c’è clima di festa per l'importante evento dell'America's Cup 2013, (secondo edizione partenopea dopo quella dello scorso anno) nella città di Sant'Ambrogio c'è in gioco un posto diretto per la più importante competizione europea per club, la Champions League. Le due squadre in campo partono forte ma la festa vera, quella del gol, da una parte e dall'altra, avviene nel giro di tre minuti. Al minuto 29 va in rete Flamini con un tiro dalla distanza, pareggia al 32' il macedone azzurro, Goran Pandev, su assist di Marek Hamsik. La gara è maschia, tesa, a tratti si perde anche la lucidità con qualche fallo di troppo. Per una entrata pericolosa, di Flamini su Zuniga al 75’, il calciatore francese viene espulso. Il mister di San Vincenzo prima si difende, togliendo Hamsik al 24’ della ripresa, il pareggio al San Siro è sempre un buon risultato soprattutto per il vantaggio di quattro punti del Napoli, ma con l’uomo in più negli ultimi dieci minuti del match aggiunge un altro calciatore offensivo, il palermitano Calaiò. Buona la prova degli azzurri: Zuniga, Behrami, Pandev e Cavani sono i migliori in campo.
La squadra partenopea è viva, soffia il vento sull’azzurrissima imbarcazione del presidente Aurelio De Laurentiis, proprio come sulle splendide vele nel Golfo più bello del mondo in questi giorni. Il capoluogo campano è vivo, almeno per una volta e visto che lo fanno in pochi, gridiamo forza Napoli, squadra e città.

Napoli, 14/04/2013

 

Condividi su Facebook