Ranieri zittisce il San Paolo… ma il cantante Massimo

 

di Antonio Parrella

 

Napoli-Inter 2-0. Festa allo stadio di Fuorigrotta, doppietta dell’eroe partenopeo Edison Cavani, boom-boom e batte il cuore dei tifosi sulle note di “O’ surdato ‘nnamurato”.  L’uruguagio porta in vantaggio gli azzurri dal dischetto al minuto 50. Al 93’ si ripete il Matador dopo uno slalom in area di rigore, ed esplode l’entusiasmo azzurro. Il Napoli guadagna la semifinale contro il Siena, è praticamente ad un passo dalla finale ed esiste una grande possibilità di raggiungere anche un posto in Europa.
Mazzarri era finito nel centro del mirino negli ultimi giorni. Il toscano in giacca e camicia è stato il più criticato dopo le dichiarazioni post Siena sulla “questione ingaggi”, ma ancora una volta ha avuto la meglio sul campo e almeno momentaneamente gli azzurri sembrano guariti. E’ rinsavita la squadra apparsa un po’ spenta nelle ultime partite di campionato e nell’ottavo di Coppa Italia con il Cesena.
De Laurentiis a Radio Marte afferma: “Le critiche non mi inquietano, non mi faccio prendere dallo sconforto, il campionato è molto lungo e “bastardo”… Rispetto per Mazzarri e per i giocatori. Vincere la coppa Italia? Sarebbe un modo per tornare in Europa League, infatti anche non andare in Champion non è un problema, non si può stare sempre coi giri alti, si rischia di fondere il motore” . Sicuramente non è un dramma arrivare in una posizione inferiore a quella della passata stagione ma risulterebbe comunque un piccolo fallimento in virtù degli investimenti economici del mercato estivo. Come diceva la nonna (credo quella di tanti) “Soltanto alla morte non c’è rimedio!”
Intanto si gioisce per la vittoria contro i nerazzurri di Claudio Ranieri. Gargano, De Sanctis, Zuniga, Lavezzi , Pandev e Cavani sono stati tra i migliori in campo, Campagnaro e Inler ancora sotto la sufficienza.
Il secondo quadrimestre inizia tra pochissimi giorni, domenica a Genova contro i rossoblù di Pasquale Marino, ma è lunghissimo, c’è tempo per recuperare uomini e punti persi nel girone di andata.

 

Napoli, 25/01/2012

 

  

 

 

Condividi